Il Torino vola a Milano per il posticipo del 15° turno

di Redazione - 28 Novembre 2018

La presentazione del 15° turno di Serie A: Milan-Torino chiude la giornata. Tutte le quote e le statistiche della partita della squadra di Mazzarri

Milan-Torino è l’incontro che concluderà il 15° turno di Serie A, domenica 9 dicembre alle 20:30. Il posticipo di San Siro vedrà fronteggiarsi due formazioni che condividono l’obiettivo della qualificazione alle coppe europee.
Il Milan ambisce almeno al quarto posto per centrare il piazzamento che vale l’accesso diretto alla fase a gironi della prossima edizione della Champions League, mentre per il Toro è appare ben più realistico il traguardo del sesto posto che vorrebbe dire preliminari di Europa League, anche se la concorrenza è tanta e agguerrita.

Milan-Torino: le quote delle scommesse

Nell’ottica delle scommesse serie A su Milan-Torino, l’orientamento dei bookmakers sembra essere favorevole ai rossoneri. Le quote per la vittoria dei rossoneri, infatti, sono decisamente più basse rispetto a quelle dei granata. Merito di una rosa più competitiva, del blasone e del fattore San Siro, dove il Milan ha finora vinto 4 partite su 6.
Attenzione però al Torino: la squadra di Mazzarri è quarta nella classifica per punti conquistati lontano da casa (1 solo punto in meno di Inter e Napoli, frutto di 2 vittorie e 5 pareggi). Potrebbe risultare quindi conveniente giocare una doppia chance 1X, in coppia con l’over 1,5.
Il fondo Elliott che rappresenta la nuova proprietà del club rossonero dopo essere subentrato al breve interregno del sedicente Yonghong Li, ha posto come obiettivo minimo per la stagione il ritorno in Champions League del Milan. La partecipazione al più importante torneo continentale per club manca ormai dalla stagione 2013-2014. Una circostanza inaccettabile per la società che dopo il Real Madrid detiene il maggior numero di Coppe dei Campioni vinte.

Milan-Torino: confronto tra gli allenatori

La pressione è tutta sulle spalle di Gennaro Gattuso, allenatore che quando era ancora un calciatore ha vinto tutto proprio con i colori rossoneri e che sta tentando di inculcare una mentalità vincente alla sua squadra. Per ora il Milan occupa il quinto posto, a un paio di lunghezze dalla Lazio, e può dunque definirsi in linea con il suo obiettivo.
I granata invece cercano riscatto dopo le ultime annate abbastanza anonime: la scorsa stagione, iniziata agli ordini di Sinisa Mihajlovic, esonerato a gennaio e rimpiazzato da Mazzarri, si è conclusa con un decimo posto. L’annata in corso ha visto la conferma in panchina del tecnico toscano. Dopo un inizio difficile (Roma e Inter alle prime due giornate) il Torino ha iniziato a macinare punti, ottenendo vittorie in particolare contro le squadre in lotta per la salvezza (battute SPAL, Chievo e Frosinone) e soprattutto pareggi (ben 6 fino ad ora).
Contro le big finora non è andata bene (dato da tenere in considerazione per la sfida contro i rossoneri): ko con la Roma all’esordio, il Toro ha perso anche contro il Napoli, mentre con l’Inter è finita in parità.
Mazzarri (di recente colpito da un malore alla vigilia della gara col Cagliari ma subito ristabilitosi) sa bene che se vuole riportare il Torino a disputare una competizione europea (cosa che non avviene dalla stagione 2014-2015, quando agli ordini di Gian Piero Ventura arrivò fino agli ottavi di Europa League, venendo poi eliminata nel doppio confronto con lo Zenit San Pietroburgo) deve cambiare marcia iniziando a centrare qualche vittoria importante.