Scritte contro Scirea e l’Heysel, Buffon: “Non è stato un tifoso viola”

15
Buffon Juventus
CAMPO, 23.9.17, Torino, Allianz Stadium, Serie A, JUVENTUS-TORINO, nella foto: Gianluigi Buffon

Buffon a Tiki Taka commenta le scritte contro Scirea e l’Heysel e su Astori: “Ci vuole più rispetto. Penso a lui 4-5 volte a settimana”

Non si placano le polemiche e lo sdegno scaturiti dalle scritte contro Scirea e le vittime dell’Heysel comparse fuori dallo stadio Franchi in occasione di Fiorentina-Juventus e a commentare l’accaduto, durante la puntata di ieri sera di Tiki Taka, è stato anche Gianluigi Buffon. L’ex capitano della Juventus e portiere del Psg ha infatti commentato duramente quelle scritte: “Una persona che scrive una cosa simile è già stata condannata dalla vita. E’ un discorso molto delicato, non mi va di bacchettare la gente. Non credo che un tifoso della Fiorentina abbia scritto una cosa simile. Un essere umano che abbia più di 15 anni che scrive una cosa simile, la mano gli deve cadere immediatamente”. Buffon ha poi colto l’occasione anche per ricordare l’ex giocatore della Fiorentina scomparso meno di un anno fa Davide Astori: “Penso a lui almeno 4-5 giorni a settimana. Si era creato un clima di maggior serenità e rispetto tra le tifoserie di Fiorentina e Juve. L’accoglienza che ci hanno riservato il giorno del funerale è stata commovente ed è per questo che non voglio credere che un tifoso della Fiorentina, sette mesi dopo, abbia scritto quelle frasi”.

Scritte contro Scirea, l’Associazione Tifosi Fiorentina: “Lì potevano passare solo i tifosi juventini”

Le parole che Gianluigi Buffon ha riservato ai responsabili di un gesto che, ancora una volta, infanga il calcio ma soprattutto la memoria di Gaetano Scirea e delle vittime della tragedia dell’Heysel rappresentano solo l’ultima, in ordine di tempo, manifestazione di sdegno per l’accaduto. Dopo la condanna delle due società, Juventus e Fiorentina, arrivata immediatamente dopo la partita in questione, infatti, a commentare il tutto era stato anche il presidente dell’Associazione Tifosi Fiorentina che aveva manifestato seri dubbi sulla prima ricostruzione dei fatti. ““Alcuni passaggi non mi sono chiari. Sono apparse poche ore prima della partita in una zona che era già presidiata dalle forze dell’ordine e nella quale possono passare solo i tifosi della Juventus”, aveva infatti detto Federico De Sinopoli che ha poi dichiarato: “Quando qualcuno mi darà la certezza che il colpevole è un tifoso viola allora ne potrò riparlare, per ora è una vicenda che mi crea imbarazzo”.

più nuovi più vecchi
Notificami
giagnoni
Utente
giagnoni

Chissà perché questo tizio, quando sono uscite le intercettazioni che dimostrano in modo cristallino la responsabilità dell’addetto sicurezza della emme e del presidente Agnelli per l’ingresso degli striscioni contro i caduti di Superga allo stadio, ha taciuto. Forse parla soltanto quando non si conoscono gli autori dei misfatti? O forse… Leggi il resto »

tric
Utente
tric

Ha ragione “pattumiera”, infatti penso sia stato un gobbo.

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

Il portavoce della pattumiera.