Scossone in Serie B: il Tribunale Federale ha accolto la richiesta della Procura, infliggendo al Bari due punti di penalizzazione per irregolarità amministrative

Arriva la penalizzazione, per il Bari. Per il procedimento avviato nei mesi scorsi su segnalazione della CO.VI.SO.C. – che aveva riscontrato alcune irregolarità amministrative -, al club pugliese sono stati inflitti questo pomeriggio dal Tribunale Federale due punti di penalizzazione in classifica, come da richiesta della Procura Federale, e l’inibizione per tre mesi dell presidente Giancaspro. Cambia, dunque, la classifica finale della Serie B, con i Galletti che ora cedono il passo al Cittadella e saranno costretti a giocare il primo turno dei play-off, in gara unica, in Veneto e non al San Nicola come inizialmente previsto. Proprio dopo la richiesta del club Veneto la Lega B aveva stabilito il rinvio della data di inizio delle sfide decisive per la A, in modo da permettere al TFN di esprimersi sulla situazione del Bari. Con l’arrivo della sentenza, dunque, il prossimo 3 giugno le gare potranno partire regolarmente.


Nazionale, Mancini in conferenza stampa: “Baselli? Può crescere molto”

Serie A, l’Udinese non conferma Tudor. Prandelli vicino