Torino-Juventus: Belotti sfida Cristiano Ronaldo

0
Il Gallo Belotti, Torino FC
Il Gallo Belotti, Torino FC (ph: Campo)

Il secondo anticipo della sedicesima giornata di Serie A 2018-2019, in programma sabato 15 dicembre, sarà la stracittadina tra Torino e Juventus.

Prima partita ad essere trasmessa in diretta radiofonica, il Derby della Mole non avrà la stessa intensità di altre sfide tra squadre della stessa città ma resta sempre una partita ricca di storia e tradizione, tra due squadre che fino al secondo dopoguerra hanno incarnato spiriti molto diversi tra loro, con destini sportivi che si sono alternati, anche a causa di avvenimenti imprevedibili come la tragedia di Superga che pose fine alla leggenda del Grande Torino.

Nell’era moderna è la Juventus a essersi ritagliata una posizione dominante, facendo incetta di Scudetti e trofei nazionali e internazionali, mentre il Toro ha come massima aspirazione la riconquista di un palcoscenico europeo.

Il gap tra le due società è enorme e ad esso contribuisce prevalentemente un discorso economico: nonostante i granata abbiano alle spalle un gruppo solido facente capo a Urbano Cairo, non possono competere (come del resto quasi tutte le altre squadre in Italia) con le risorse a disposizione della Juventus.

Le quote di Torino-Juventus

Le quote scommesse sportive per il derby Torino-Juventus, come prevedibile, lasciano presupporre una vittoria senza troppe difficoltà per i bianconeri. Per i bookmakers è stra-favorita la Vecchia Signora, prova ne è la quota di 1,55 per il segno 2. Il successo dei granata, seppur essi siano reduci da un pareggio di prestigio contro il Milan a San Siro, viene quotato a 6,50.

Il pari al triplice fischio, invece, è bancato a 3,75. Paga abbastanza bene l’over 2,5, quotato a 2,00 contro l’1,80 dell’under 2,5. La possibilità che entrambe le squadre segnino (goal-goal) è quotata a 2,02 contro l’1,74 del no-goal. Tra le doppie chance, l’unica che valga la pena prendere in considerazione è l’1X (Torino vincente o pareggio) ma al cospetto di una Juve così forte resta pur sempre una scelta rischiosa. 

Toro-Juve è anche Belotti vs CR7

A riprova della disparità esistente tra le due squadre, basta dare un’occhiata agli attaccanti più forti a disposizione nelle rispettive rose. Sponda Juve il peso massimo dell’attacco si chiama Cristiano Ronaldo, calciatore fenomenale, in grado di vincere 5 Champions, 5 palloni d’oro e un Europeo col Portogallo, recordman di goal, assist e presenze nelle varie competizioni UEFA e ritenuto il calciatore più forte al mondo insieme a Leo Messi.

Dall’altra parte, invece, c’è Andrea Belotti, detto il ‘Gallo’, attaccante 25enne affermatosi nel Palermo e diventato la punta di diamante del Toro con cui ha vissuto la migliore stagione della propria carriera nel 2016-2017 arrivando a segnare 26 goal in un campionato.

La principale differenza tra i due, attaccanti, oltre che nei titoli vinti, la fa la costanza: CR7 è da anni sulla cresta dell’onda grazie a una mentalità e una cultura del lavoro senza pari tra i suoi colleghi, Belotti, invece, pur arrivando a vestire la maglia della Nazionale italiana non è più riuscito a esprimersi sui livelli di quella stagione da favola, facendo ridimensionare le aspettative nei suoi confronti.

Il confronto, diventa ancor, più impietoso se si passano in rassegna e si confrontano gli altri componenti delle due rose. Nonostante ciò, i derby restano partite strane, in cui può capitare che le differenze si assottiglino o addirittura si annullino.