Il Presidente della Corte Federale Sandulli sul caso Lazio-Torino: “Il ricorso dei biancocelesti? Il diritto alla difesa è garantito dalla Costituzione”

Dopo le polemiche scaturite dalle motivazioni della sentenza su Lazio-Torino, nella quale i granata venivano dipinti come “furbi”, il Presidente della Corte Federale Piero Sandulli accusato di essere un tifoso della Lazio e di aver agevolato la società biancoceleste, è tornato a parlare ai microfoni di Radiosei proprio per spiegarne le motivazioni. “Le mie motivazioni sono state da cittadino – spiega Sandulli: se siamo in piena pandemia, non posso il giorno del contagio rimanere in giro e poi il giorno dopo stare a casa. Il calcio c’entra meno, è una preoccupazione da cittadino, non ritengo che un contagiato possa avere un ‘giorno 0’ (il provvedimento dell’Asl per il Torino è partito il mercoledì, giorno successivo all’esplosione del focolaio e non i martedì stesso ndr.). La nostra è una vita solo parzialmente normale, come lo è vedere le partite solo in TV. Un giudice sportivo non può occuparsi di provvedimenti come quelli di un’autorità sanitaria, inteso come provvedimento rilevante per lo Stato”.

Sandulli: “La bolla è una finzione”

E continua: “La Lazio ha degli ottimi avvocati, non mi sento di dare suggerimenti sulle prossime mosse. Confermo, come affermato dal professor Vaccarella, che il provvedimento della Asl è abnorme, ma resta il problema giuridico sottolineato prima. Il quadro generale è sempre la pandemia in cui tutti ancora siamo. In questo contesto si è cercato di creare una sorta di ‘bolla’ che però è una finzione: si fa finta che non succede niente fuori dal gruppo squadra. Questo tentativo ha un equilibrio instabile e ha creato disservizi. Un campionato senza pubblico è già di per sé un campionato atipico, non fa più sognare, come invece dovrebbe fare il calcio. Il ruolo dei tifosi va valorizzato all’interno delle società sportive e del fenomeno calcio: la legge ancora non realizza a pieno questa funzione”.

“La Lazio? Ricorso legittimo”

Il caso, Lazio, però non è ancora chiuso definitivamente. Dopo le polemiche che hanno coinvolto il Presidente della Corte Federale, è lo stesso Sandulli a commentare la decisione della società laziale di presentare ricorso: “Il diritto alla difesa è sempre garantito dalla Costituzione e dal Codice Giustizia Sportiva. È legittimo ricorrere al Collegio di garanzia. Il nostro Codice prevede due gradi di giudizio presso la giustizia federale, e uno relativo ai giudici sedenti presso il Coni“.

Lazio 2020/2021
Lazio 2020/2021

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-04-2021


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mas63simo
mas63simo
5 mesi fa

Giudice Sandulli l abnorme è nella sua testa !

granatadellabassa
granatadellabassa
5 mesi fa

Per finire… caro Cairo tira fuori le palle e reagisci! Mi sento cornuto e mazziato.

granatadellabassa
granatadellabassa
5 mesi fa

E in ogni caso se il provvedimento abnorme è da parte dell’ASL, che cavolo c’entra il Toro. Legittimo un ricorso contro il Toro per un provvedimento dell’ASL? Siamo alla follia!

Sandro Mazzola: “Io direttore generale della Juve? Se Agnelli mi chiama vado”

Superlega, la Federsupporter chiede la penalizzazione per Juventus, Milan e Inter