Continua la trattativa di calciomercato tra Torino e Milan per Paletta. I rossoneri chiedono soldi per la cessione: Genoa e Fiorentina restano alla finestra

Tra Tonelli e Paletta. Il gioco di calciomercato è sempre quello. E il Torino, per ora, continua ad avanzare a carte coperte. Non fosse che gli eventi stanno cominciando a dare dei segnali forti. Entrambi i giocatori sono considerati due esuberi da parte delle società che ne detengono il cartellino, il Napoli e il Milan. Ma se per la squadra di Sarri, Tonelli ancora potrà essere utile, per quella di Montella invece il discorso con Paletta si è chiuso da tempo. E per oggi, in vista di Craiova-Milan, il difensore non è nemmeno stato convocato. Segno non di cessione imminente, ma un segnale chiaro da parte del club: “non ci servi“, è il concetto che è stato trasmesso all’ex Parma, con il quale il Torino ha avviato contatti da tempo.

Di fatto, il giocatore e il Toro sono già molto vicini. Diverso è il discorso con il Milan: Fassone ha infatti fatto capire che per lasciar partire l’italoargentino non basterà una cessione gratuita con bonus conseguenti, ma ci vorranno dei soldi. Cosa che ha fatto frenare non poco gli iniziali entusiasmi del club granata, convinto di essere molto vicino alla conclusione dell’affare. La rottura di ieri da parte del Milan, che ha fatto chiaramente capire come non ci siano spiragli per il giocatore, però, ha accelerato le cose. Il Toro tornerà in pressing con l’agente, che dovrà avere un ruolo chiave nel far sì che il Milan abbassi le pretese. Mentre Genoa e Fiorentina, le altre due interessate, restano alla finestra e, per ora, in situazione di subalternità rispetto al Toro. Insomma, la trattativa continua. Una lunga partita a scacchi, la cui conclusione sembrava già da un mese molto vicina, ma che invece si sta allungando.


196 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
The Maroon Reflex (nuova scoperta: l'eccitazione nella vendita porta plusvalenza)
The Maroon Reflex (nuova scoperta: l'eccitazione nella vendita porta plusvalenza)(@themaroonreflex)
4 anni fa

Non volevo compiere “apologia” di Borsano… infatti ho parlato pure di Schachner…? intendevo sottolineare la differenza di morale tra il leggere che al Toro arrivava un campione convinto ed un Tonelli che dopo un mese viene qui (forse) solo perche a napoli è ultimo degli ultimi… esagero… ma non cambia… Leggi il resto »

ExIgneFaxArdetNova
ExIgneFaxArdetNova(@exignefaxardetnova)
4 anni fa

Mi accodo anche io all’ultimo commento di Lovi. Ragazzi non se ne può più di leggere post su bilanci, plusvalenze, dare e avere, ammortamenti… Torniamo a parlare di calcio, ruoli, mancato calcio mercato, almeno sono a questo momento… Insomma un forum di malati del Toro (ma non stupidi) al bar… Leggi il resto »

odix77
odix77(@odix77)
4 anni fa

concordo al 100% allora estendo anche io agli anticairo : finitela di fare i conti della serva : incassa e non spende…. parliamo tutti di calcio?

ToroBrooklyn
ToroBrooklyn(@torobrooklyn)
4 anni fa

@pietro (Giorgia2004) grazie per l’analisi sul bilancio. Alcune piccole note positive da rilevare: L’esercizio 2016 include solo in parte (o non del tutto) l’ammortamento di svariati giocatori con costi di cartellino non indifferenti: Ljiajc, Falque, Lyanco, Berenguer. Questi ammortamenti andranno a diminuire le tasse pagate sulle plusvalenze del 2017. Aggiungo… Leggi il resto »

Pietro (Giorgia2004)
Pietro (Giorgia2004)(@giorgia2004)
4 anni fa
Reply to  ToroBrooklyn

Condivido… Speriamo in un po’ di buon senso x la fine del mercato.

Calciomercato Torino: Donsah aspetta solo i granata

Calciomercato Torino, Diop: UFFICIALE il prestito al Bassano