Il centrocampista viene impiegato con il contagocce da Montella in amichevoli: lui è allettato da Mihajlovic, ma vuole un segnale chiaro dai rossoneri

Non era ancora ufficiale l’arrivo di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Toro, ma il nome di Juraj Kucka già figurava sulle colonne di Toro.it tra i primi obiettivi di mercato della squadra che si sarebbe plasmata. Non di certo una trattativa semplice, già si sapeva, ma comunque possibile, e dettata dal fatto che in casa Milan tirava forte l’aria della smobilitazione e che il futuro neo allenatore del Toro nutriva e nutre tutt’ora enorme stima nei confronti dell’ex Genoa. E in effetti, nelle settimane che seguirono, più di un abboccamento era stato fatto per il classe ’87, considerato perfetto per dare sostanza a un reparto, quello del centrocampo, sul quale si concentrano i maggiori sforzi di Cairo in questa fase di compravendite.

Acquistato Lukic, trattato strenuamente Valdifiori, non tramonta nemmeno l’ipotesi per la poliedrica mezzala che a Torino avrebbe la possibilità di vivere una stagione da vero protagonista. Prospettive ben diverse rispetto a quello che attualmente si prefigura al Milan: Montella lo vede, sì, ma con il binocolo, tanto che il giocatore non sempre ha avuto l’occasione di scendere in campo in amichevole; e poi la situazione in casa rossonera è particolarmente complicata, con gli acquirenti possibili che vanno e vengono, e con il mercato che da un momento all’altro potrebbe cambiare, oppure no.

In tutto questo, si infila il Toro, che è tornato di recente a sentire il giocatore, per il quale l’offensiva potrebbe partire soprattutto dopo ferragosto, quando le settimane mercatare diventeranno più frenetiche e si potranno portare a segno dei colpi che a inizio sessione, per mere questioni di costi, sembrano particolarmente complicate. Il Milan sarebbe disposto a lasciar partire il giocatore per una cifra intorno ai 7 milioni di euro: non pochi, certo, ma il prezzo sarebbe giustificato soprattutto per il fatto che andrebbe a soddisfare particolarmente Mihajlovic Se, soprattutto, il Toro riuscirà a vendere almeno un altro elemento a centrocampo, dopo Gazzi (al Palermo), allora tutto sarà più semplice. Kucka-Toro, avanti tutta: il sogno non è tramontato.

TAG:
gazzi lukic valdifiori

ultimo aggiornamento: 02-08-2016


82 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
AmmaMi71
AmmaMi71(@ammami71)
5 anni fa

Mi sfugge qualcosa…Prima dell’inizio del mercato avremmo dovuto comprare 5/6 giocatori per poter competere per l’E.L…. Ad oggi che manca ancora un mese alla fine del calciomercato abbiamo comprato 4 giocatori (5 se si conta anche Boyè) oltre ai giovani primavera si intende e dovremmo comprarne ancora altri 6 ???!!!… Leggi il resto »

Mondoalzalasedia
Mondoalzalasedia(@mondoalzalasedia)
5 anni fa

Al solito molte idee, ma anche molto confuse! Io al riguardo ne ho poche, ma ugualmente confuse. Sono curioso, molto curioso, di vedere chi mette in campo, in queste tre partite, e come questi si comportano. Poi il nostro ‘prode condottiero’ ci svelerà il suo pensiero.

miva
miva(@miva)
5 anni fa

Difensore centrale, ts per molinaro, portiere e td per il partente peres. 6 giocatori

gae
gae(@gae)
5 anni fa
Reply to  miva

niente più? aggiungerei anche 4 magazzinieri e 5 raccattapalle che servono sempre… 😀

AmmaMi71
AmmaMi71(@ammami71)
5 anni fa
Reply to  gae

😀 😀 😀
Mi hai tolto le parole di bocca!!!

Toro, dopo Gazzi anche Vives e Obi potrebbero partire

Agente Valdifiori: “Sarri ha bloccato la sua cessione”