Agroppi: “Il Toro può arrivare in Europa. Gli arbitri? Mai contro le grandi”

di Giulia Abbate - 1 Gennaio 2019

Esclusiva / Parla l’ex centrocampista granata Aldo Agroppi: “Gli arbitri non si mettono contro le grandi, finirebbero nella mediocrità”

Il Toro rincorre l’Europa ma gli alti e bassi in cui i granata sono incappati li hanno portati a lasciare un bel gruzzolo di punti sul campo. Punti a cui si aggiungono quelli persi per “colpa” di sviste arbitrali che hanno fatto infuriare non solo i tifosi ma anche la stessa società. Una situazione che, insieme alla questione mercato e agli ultimi fatti di cronaca che hanno seguito Inter-Milan, abbiamo analizzato insieme ad un grande ex granata: il centrocampista Aldo Agroppi.

Agroppi, lei è stato per anni uomo di calcio ma di un calcio decisamente diverso da quello di oggi.
Con tutte le ingiustizie che ci sono state ormai mi è passata la voglia di seguire il calcio. Non è più il calcio pulito di una volta. Basta pensare a quello che è successo dopo Inter-Napoli. Ma la colpa non è dei tifosi, è delle leggi. Se questa gente venisse messa in galera per 10 anni sarebbe diverso. Invece danno il Daspo e che cosa serve? Tanto entrano lo stesso allo stadio. Bisognerebbe fare come in Inghilterra dove per cose di questo tipo ti mettono direttamente nelle celle dentro lo stadio. Ma queste cose non cambiano mai: 30 anni fa moriva a Roma Paparelli e in tutto questo tempo invece di migliorare le cose sono addirittura peggiorate.

Veniamo al calcio giocato e al Torino. I granata sono in crescita e anche al derby le sensazioni sono state positive: finalmente si è giocato a viso aperto.
I pronostici esistono da sempre, è normale che quando una squadra più piccola incontra la prima in classifica questa sia favorita. Però a volte capita che ci possa essere un risultato a sorpresa, che vincano le più piccole. Ci può sempre essere l’eccezione. Bastava un rigore a favore su Zaza e le cose sarebbero state diverse…

A proposito di errori arbitrali: che idea si è fatto della Var e del fatto che spesso non viene utilizzata?
Meglio che io non parli della Var che mi viene solo una parolaccia che inizia proprio con la V…Non si capisce più nulla. Poi è chiaro che gli arbitri non si metteranno mai contro le grandi: non arbitrerebbero più, non sarebbero più “famosi”.

Al di là delle questioni arbitrali, sono stati tanti i punti lasciati per strada. Cosa ne pensa?
Certo, con quei punti lasciati per strada nel derby, qualcuno da un’altra parte adesso il Toro avrebbe 7/8 punti in più e sarebbe già 4° o 5° in classifica.

Parlando dei singoli, Mazzarri sta cambiando molto e ultimamenta ha sperimentato anche il tridente.
Ormai non vedo più le partite, non mi piace più questo calcio: ovviamente tifo Toro e spero sempre che faccia bene ma mi limito a  vedere gli highlights, i gol. Il tridente? Bisogna smetterla di guardare i moduli: ormai c’è la mania di parlare solo del modulo. Serve qualità: una volta Platinì entrava e i moduli li inventava lui. Servono giocatori di qualità. Vorrei vedere uno come Allegri allenare una squadra come il Chievo: alla Juventus ha un potenziale che altri non hanno, è chiaro che è più facile.

Quali possono essere concretamente gli obiettivi del Torino? Può puntare davvero all’Europa?
Certamente. Il Toro ha l’obbligo di provarci. Soprattutto visto che l’Europa resta vicinissima, a pochi passi. Certo questo vale anche per le altre ma il Toro può davvero avere la possibilità di arrivare in Europa se ci crede. Mazzarri? Sta lavorando bene. Ha dovuto mettere un po’ di cose a posto arrivando lo scorso anno ma il suo lavoro lo sa fare. Ha ottenuto risultati importanti e credo possa fare bene anche con il Toro.

Prima di riprendere ci sarà però il mercato: dove dovrebbe intervenire il Torino?
Come detto prima non seguo più tantissimo quindi non saprei. Certamente tutte le squadre si muoveranno, chi più chi meno. Ma onestamente questa cosa del mercato a gennaio mi fa ridere. Immaginiamo un giocatore che per sei mesi ha lottato per portare la sua squadra alla salvezza e dopo si trova a doverla affrontare da avversario per affossarla.

 

più nuovi più vecchi
Notificami
paolo 67 (tabela)
Utente
paolo 67 (tabela)

Grande Aldo mai banale…… Buon Anno.

Robin
Utente
Robin

Una squadra che già prima del mercato invernale è nonostante siano evidenti certi difetti non prende in considerazione eventuali acquisti per migliorarsi vuol.dire che per lei che l’Europa è un optional.

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Personaggio scomodo…uno da TORO….grande Aldo!!!

X