Interviste / Pinga ha ripercorso gli anni trascorsi con addosso la maglia del Toro ricordando anche Emiliano Mondonico

André Luciano da Silva, per tutti noto come Pinga, ex centrocampista del Toro, è un giocatore che sicuramente tanti tifosi granata ricordano molto bene e con affetto, proprio per quanto il brasiliano ha fatto con la maglia del Toro. Soprattutto per i suoi dribbling, i suoi gol e la famosa bandana che indossava. In questi giorni Pinga, dopo circa 15 anni, è tornato nel capoluogo piemontese con la sua famiglia. Un’ottima occasione il suo ritorno a Torino, per ripercorrere con lui la sua esperienza al Toro iniziata nel 1999 e terminata nel 2005, anno del fallimento della società, con in mezzo una parentesi in prestito al Siena. Ma non solo. Pinga, che attualmente fa il procuratore e gira il Brasile in cerca di giovani talenti, ha anche dichiarato quale dovrebbe essere l’obiettivo del club granata ogni anno. Un obiettivo senza alcun dubbio molto ambizioso.

Pinga, lei al Toro hai indossato la maglia numero 10. Adesso appartiene a Lukic, che da questa stagione sarà anche il capitano del Toro. Al centrocampista serbo spettano grandi responsabilità?

“Per lui sarà una responsabilità molto grande, soprattutto in una squadra importante come il Toro. Io quando ho indossato la maglia numero 10 del Toro la sentivo pesante non solo perché indossavo la maglia granata, ma anche per quanto riguarda il numero 10, che è un numero sicuramente molto importante.”

Quali sono i ricordi più belli della sua esperienza al Toro?

“Sicuramente quando siamo tornati in Serie A. Quella è stata una stagione veramente bellissima. Ma sono diversi i momenti belli passati in granata. Sono ancora molto legato al Toro, e mi dispiace tanto non poter vedere in questi giorni degli allenamenti o delle partite dato che la squadra non è qui ma in Austria. Sto cercando di riuscire ad andare a vedere l’amichevole Nizza-Torino”.

Nel 2005 come ha vissuto la notizia del fallimento del Toro?

“È stato un momento molto triste. Anche perché al Toro ho passato 6/7 anni. Noi eravamo contentissimi di essere tornati in Serie A e poi vedere che il Toro era fallito è stato un grande dispiacere”.

Nell’aprile del 2000 ha firmato un’importante doppietta contro il Milan. Che ricordi ha di quella partita e di quei due gol segnati ai rossoneri?

“Ancora oggi mi riguardo quei due gol che feci al Milan. Quelle due reti al Milan furono molto importanti e provai un’emozione speciale. Anche perché a quei tempi, quando raccontavo ai miei amici in Brasile che avevo fatto due gol a un club importante come il Milan, nessuno mi credeva, anche perché ero giovanissimo, avevo 18 anni.”

Cosa ha rappresentato per lei Emiliano Mondonico?

“Mondonico è stato una persona molto importante per me, perché ha sempre avuto fiducia in me. A me Mondonico è piaciuto fin da subito, proprio perché ha sempre creduto in me. Ho un bellissimo ricordo di lui.”

La maggior parte dei tifosi del Toro stanno contestando il presidente Cairo e sono aumentate le critiche nei confronti nel numero 1 granata dopo la cessione di Bremer alla Juve. Cosa deve fare Cairo per riportare dalla sua parte questi tifosi?

“Penso che per cercare di risanare la ferita tra Cairo e i tifosi il Toro dovrà fare una stagione importante. Se il Toro farà una stagione deludente i tifosi si arrabbieranno ancora di più e gli continueranno a ricordare anche il passaggio di Bremer dal Toro alla Juve.”

Secondo lei a quali obiettivi deve ambire un club come il Toro?

“Io penso, ed è anche il mio desiderio, che una squadra importante come il Toro debba stare sempre tra le prime quattro squadre in classifica. Il Toro deve sempre lottare per stare in quelle posizioni, cercando ogni anno di migliorare la propria posizione in classifica.”

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-07-2022


21 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Roland
Roland
26 giorni fa

Abedí Pele e lui sono i giocatori che più ho amato nella mia gioventù da granata sfegatato

T
T
26 giorni fa

“Vedere il Toro fallire è stato un grande dispiacere”. Vedesse cos’è successo dopo…

Scimmionelli
Scimmionelli
26 giorni fa
Reply to  T

L’ha visto, mica come voi che criticate il dopo perche’ soffrite di presbiopia.

Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
24 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

E infatti come gli scemonelli di turno in copisteria gioisce dei trionfi cairoti.

239489758_10220615272719438_4201321548287673969_n.jpg
mavafancairo
mavafancairo
27 giorni fa

vamos là André !!!

Pinga.JPG

Esclusiva / Claudio Sala: “Per me Juric aveva in mente un altro mercato. Su Belotti…”

VIDEO / Sonego: “Bremer? Fa male averlo perso. Juric grande allenatore, ma servono rinforzi”