“Che fine hanno fatto?” Duah, Gargo e Kuffour: i tre “fattorini” ghanesi presi da Moggi

di Andrea Piva - 25 Novembre 2018

“Che fine hanno fatto?” è la rubrica dedicata agli ex granata di cui si sono perse le tracce: ecco i tre ghanesi che il Torino provò ad acquistare nel ’91

Dal Ghana all’Italia appena adolescenti, un lavoro come fattorini prima di sfondare nel mondo del calcio. Sembrerebbe una bella storia di riscatto sociale, invece si tratta di un tentativo di aggirare le norme federali messo in atto dal Torino del presidente Gian Mauro Borsano e del direttore sportivo Luciano Moggi. È il 1991 e l’allora uomo mercato granata scova in Africa, più precisamente in Ghana, tre promettenti giovani calciatori: Mohammed Gargo, Emmanuel Duah e Samuel Kuffour, sedici anni il primo, quindici gli altri due. I tre si erano messi in luce nel Mondiale Under 17 vinto con la propria nazionale e il Toro aveva provato ad acquistarli: una norma federale non permetteva però il trasferimento di tre giocatori dai loro club di appartenenza in Ghana al Torino, è così che Borsano e Moggi provarono ad aggirare la norma. I tre vennero assunti dal presidente granata come fattorini della sua società finanziaria, la Gima. L’obiettivo era poi quello di far giocare i tre campioncini in erba per delle formazioni dilettantistiche fino a quando non avrebbero potuto giocare con il Torino. La Figc non permise però l’operazione e dopo un anno i tre dovettero lasciare il Torino e l’Italia. Ma che fine hanno fatto oggi Mohammed Gargo, Emmanuel Duah e Samuel Kuffour?

Samuel Kuffour: negli anni ’90 è stato tra i più forti difensori del mondo

Il rimpianto più grande per il Torino è certamente quello di non essere riuscito a Samuel Kuffour, che dopo aver lasciato l’Italia si è trasferito in Germania al Bayern Monaco dove, dal 1994 al 2005 con un parentesi di un anno in prestito al Norimberga, ha vinto tutto: cinque campionati tedeschi, quattro coppe di Germania, cinque Coppe di Lega, una Champions League e una Coppa Intercontinentale con gol decisivo ai tempi supplementari contro il Boca Juniors di Nicolas Burdisso.

Alla fine degli anni ’90, Kouffour era considerato uno dei migliori difensori al mondo. Alla fine della sua carriera ha giocato anche in Italia, vestendo prima la maglia della Roma, poi quella del Livorno. Nel 2003 il calciatore ghanese è stato colpito da un grave dramma personale: la morte della figlia Godiva di appena quindici mesi. Dopo aver lasciato il calcio giocato del 2009, oggi Kuffour è uno stimato opinionista sportivo spesso presente sia in TV che in radio.

(continua a pagina 2)

più nuovi più vecchi
Notificami
Vanni(CAIROVATTENE)
Utente
Vanni(CAIROVATTENE)

Beh bisogna ammettere che Moggi di calciatori ne sa molto di più di una nostra conoscenza, che il Ghana pensa sia in sud america.

Orgogliogranata
Utente
Orgogliogranata

Allora speriamo che Moggi sostituisca Petrachi vero?

Vanni(CAIROVATTENE)
Utente
Vanni(CAIROVATTENE)

MAGARIIIIIIIIIIII MAGARIIIIIII, con o senza baldracche.

Pedric
Utente
Pedric

Petrachi lo potrebbe sostituire anche Cairo , più o meno di calcio ne capiscono allo stesso modo.

X