Torino 2005/2006, che fine hanno fatto i giocatori della promozione in A

“Che fine hanno fatto?” Da Taibi e Brevi a Rosina e Stellone: il primo Torino di Cairo

di Andrea Piva - 12 Giugno 2020

“Che fine hanno fatto?” è la rubrica di Toro.it dedicata agli ex calciatori granata di cui si sono perse le tracce: ecco i giocatori del primo Torino di Cairo

Una squadra costruita in pochi giorni, il gol di Fantini con l’Albinoleffe, Muzzi in campo poche ore dopo il suo arrivo a Caselle, le giocate di Rosina e poi il 3-1 rifilato al Mantova nella finale dei playoff, in un Delle Alpi straripante di passione con oltre 60.000 cuori granata a trascinare i ragazzi di De Biasi verso la serie A. Era il campionato 2005/2006, il primo da presidente del Torino per Urbano Cairo che, a inizio settembre aveva acquistato il Torino dai lodisti dopo il fallimento della società di Francesco Cimminelli. Ma che fine hanno fatto i giocatori di quella squadra allenata da Gianni De Biasi?

Torino 2005/2006, i portieri: Taibi fa il direttore sportivo

Il portiere titolare del primo Torino di Urbano Cairo era Massimo Taibi. Una volta interrotta la propria carriera da calciatore, ha intrapreso quella da dirigente e ora è il direttore sportivo della Reggina, appena promossa in Serie B, squadra dove ha anche giocato per due anni in serie A riuscendo anche in un’impresa che pochi portieri possono vantare: segnare un gol in campionato. I suoi vice erano Alberto “Jimmy” Fontana e Angelo Pagotto. Il primo, uno dei pochi a voler restare al Torino dopo il fallimento, si sta facendo largo come procuratore e cura gli interessi di molti calciatori di serie A, tra cui l’ex granata Valter Birsa. Il secondo invece è ora il preparatore dei portieri ad Avellino.

(continua a pagina 2)

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa

Gran bel gruppo quello! ci mise molto di suo anche De Biasi, ma si trovò in mano non gente fortissima ma di certo gente palle-grandemente-muniti. poi certo c’era l’entusiasmo del nuovo. il presidente cairo ci mise tanto anche del suo e l’ambiente era ottimo. il tifo? ancor più maestoso. ricordo… Leggi il resto »