Altri due punti persi: Toro, così non vai lontano

di Ivana Crocifisso - 27 Novembre 2018

Squadra poco coraggiosa che solo nel finale, dopo l’ingresso di Zaza e Parigini, colleziona qualche occasione: per il Torino sono punti che peseranno

Cosa serve ancora per convincere l’allenatore a fare giocare quei tre là davanti sempre insieme? Di cosa ha bisogno questo Toro per capire che è utile non prenderle ma che dopo tredici giornate sarebbe anche ora di darle, correndo qualche rischio? I numeri raccontano già molto di questa squadra, al sesto pareggio nell’attuale campionato, al secondo 0-0 in trasferta dopo quello maturato a Bergamo, all’ennesimo spreco in termini di punti, vista la classifica. Ai granata a Cagliari non è mancato ‘solo’ il gol: il resto non è stato comunque abbastanza. Al Torino è mancato colpevolmente il gol in una partita che di sicuro non passerà alla storia come memorabile. Al Torino è mancata la cattiveria necessaria per cercare con forza tre punti che avrebbero proiettato la squadra al sesto posto.

Il Toro avrebbe dominato, per dirla come Frustalupi, se davvero avesse provato a vincere la partita anziché provare a sopravvivere. “Falque, Belotti e Zaza? Dipende da loro e dall’equilibrio, con tre attaccanti più due esterni serve che corrano tutti e che stiano tutti bene”. In attesa dell’equilibrio e di una rosa in salute che sostenga il peso di quei tre – a quanto pare è un’impresa per più di trenta minuti –  il Toro continua a buttare alle ortiche punti che alla fine della stagione rimpiangerà amaramente. E continua ad essere spettatore in un campionato in cui sarebbe stato protagonista senza grandi sforzi, viste le occasioni che le avversarie continuano a concedere. “Pensiamo a partita dopo partita“. E se lo dicono loro…

più nuovi più vecchi
Notificami
tmatteo64
Utente
tmatteo64

Ieri il Toro ha giocato solo un quarto d’ora finale. Il problema più grosso è allo stato Soriano. Avrei messo dall’inizio Lukic con Meité al posto di Rincon.

leomaratona
Utente
leomaratona

ma poi se dopo che è entrato zaza al posto di soriano si è giocato sicuramente meglio non si potrebbe fare lo sforzo di fare giocare zaza da subito insieme a belotti? giocare con due punte (entrambe del giro della nazionale) è vietato? se continua così anche zaza come ljajic… Leggi il resto »

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

Mah, farei il cambio da …ieri…fuori zazzà o soriano e ridatemi Adem.
E i geni con il cappello in mano.

Viaggiatore
Utente
Viaggiatore

Ljajic a differenza di Iago era imprescindibile per il gioco, poichè sapeva gestire da centrocampo e ti cambiava la partita.
Lo stesso spagnolo, come gli altri, risente della mancanza del serbo.

X