Il ‘no’ di Ronaldo nella notte in cui il Toro ha onorato gli Invincibili

di Ivana Crocifisso - 4 Maggio 2019

Un pareggio carico di rammarico: però il Toro mai come stavolta ha sfiorato l’impresa allo Stadium, alla vigilia della commemorazione del Grande Torino

A far lavorare le telecamere dell’Allianz Stadium ci ha pensato Claudia Schiffer, a far rincorrere – per una volta – la Juve invece è stato il Toro, ad un passo dall’impresa che avrebbe portato i granata di Mazzarri al quarto posto, almeno fino a domani pomeriggio. In altri tempi, tempi bui, fatti di passi falsi, di brutte figure e di recriminazioni, un punto in casa dei bianconeri sarebbe stato accolto con grandi sorrisi. Non stavolta, quando la vittoria sembrava davvero possibile, non stavolta, dopo aver siglato il vantaggio, sfiorato il raddoppio e poi ricevuto lo schiaffo, a sei minuti dalla fine. “Not today”, deve aver detto e pensato Ronaldo, per citare la frase di una famosa serie tv che di questi tempi va per la maggiore. “Non oggi”: detto, fatto. CR7 con uno stacco imperioso ha travolto il malcapitato Bremer, fino a quel momento promosso alla prima da titolare in Serie A, e riportato il derby in parità.

Il boato al gol del portoghese è stato una sorta di grido da scampato pericolo per la Juve e i suoi tifosi (in fondo chi vorrebbe mai perdere un derby?) mentre quella rete potrebbe aver decisamente deviato il corso del campionato del Toro. Atteso adesso da altre tre finali dopo una partita giocata alla vigilia di un appuntamento così sentito come l’anniversario della Tragedia di Superga.

Una giornata che i ragazzi di Mazzarri hanno onorato, mentre finalmente agli striscioni ignobili di qualche anno fa la Curva della Juve ha sostituito uno di ben altro tenore.

Scambi di cortesia, pochi contrasti, zero proteste (finalmente un arbitro che dirige senza sbagliare quasi nulla). Forse è anche per tutto questo fair play che quasi non è sembrato di assistere a un derby.

più nuovi più vecchi
Notificami
Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

@bmarco, come vedi non sei totalmente controcorrente, io la penso esattamente come te e come Tarzan.
Innanzitutto non abbiamo perso , e poi mancano ancora 3 gare alla fine.
Stiamo a vedere e pensiamo positivo!

bmarco
Utente
bmarco

Voglio essere cocciutamente controcorrente, ma è stato meglio non batterli i gobbi ieri, per avere ancora nelle prossime tre partite concentrazione e garra a mille. Troppe squadre, dopo avere battuto la m.rda, sono crollate psicologicamente.
Per quanto mi riguarda, con la nostra prestazione ieri li abbiamo già battuti.

tarzan_annoni
Utente
tarzan_annoni

Bravo!!!! Mi piace ciò che hai pensato e scritto. Bel pensiero che condivido

Vegeta
Utente
Vegeta

Leggo bastava questo, bastava quello. La delusione è tanta perché ci abbiamo creduto tutti squadra compresa… ma se fossimo superiori ai gobbi nei singoli e nel collettivo saremo noi primi con 15/20 punti di vantaggio…. pensare di non lasciare occasioni da goal ai gobbi nel loro stadio sotto di un… Leggi il resto »

Rob 62
Utente
Rob 62

Si. Bisognava fare il 2-0. Solo che davanti spesse volte sbagliamo le scelte o l’ultimo passaggio.
Concludo. Bisognerebbe alzare il tasso tecnico della squadra la davanti e veramente il prossimo anno si potrebbe parlare di Champions senza scadere nell’utopistico.

gix
Utente
gix

non cominciamo a fantasticare di champions,ci vuole ben altro che alcuni semplici innesti,ogni stagione poi è diversa

Rob 62
Utente
Rob 62

Ho capito però quest’anno il divario tra noi e le altre si è accorciato. Se ci è arrivata l’Atalanta in futuro ci possiamo arrivare anche noi.