Juric vede personalità anche lontano dal Grande Torino, ma per la quarta volta di fila i granata perdono 1-0 in trasferta

Napoli, Spezia, Milan, Roma. Quattro trasferte, quattro sconfitte, quattro volte per 1-0 e in tutti e quattro i casi non meritando un risultato del genere o, meglio, dimostrando di avere personalità ma non altrettanta capacità di portare a casa punti. La sfortuna c’entra poco quando risultati del genere si ripetono: ed è quello che ad oggi impedisce al Toro di parlare di vero salto di qualità. Restano i (tanti) punti in più rispetto allo scorso anno, quando arrivati a questo punto la situazione era veramente drammatica, così come è evidente una crescita globale: non si può non vedere. Serve però quel passo in più, quello che – come bene aveva già spiegato Juric prima della partita con l’Udinese – porta una squadra a fare punti quando gioca al massimo e a volte a farne anche in quelle giornate in cui non brilla. Non è quest’ultimo il caso del Toro di ieri, perché al cospetto di una Roma in emergenza (ma non si è praticamente visto) la squadra di Juric ha giocato la sua onesta partita, dando pure l’impressione sullo 0-0 di poter finalmente uscire dal confronto con una big con tre punti in tasca. Vorrà dire che sarà un’altra sfida che Juric dovrà raccogliere e magari vincere: quello di far sì che la sua squadra non sia bella solo davanti ai tifosi di casa ma che riesca, al di là dei freddi numeri, ad avere quella stessa faccia anche lontano dal Grande Torino. Così la smetteremo di pensare alle ultime due stagioni perché a quel punto ci sarebbe veramente un abisso.

Tommaso Pobega
Tommaso Pobega
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-11-2021


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
maximedv
maximedv
8 mesi fa

Ma non c’entra nulla la trasferta. Col calcio di oggi poi giocare in casa, a meno che non giochi in una bolgia assurda o in campi particolari, non cambia tantissimo. Piuttosto il discorso è che abbiamo perso con tutte le squadre più forti, non segnando praticamente mai. È questo il… Leggi il resto »

Jones
Jones
8 mesi fa

credo che siano solo una serie di circostanze che causano più sconfitte esterne,una è che abbiamo incontrato Napoli Roma Milan e Viola questa senza ancora rinforzi e alla seconda giornata,avessimo invertito i campi delle partite magari sarebbero stati uguali i risultati,quello che manca è sempre la qualità,anni fa ci pensava… Leggi il resto »

maximedv
maximedv
8 mesi fa
Reply to  Jones

Infatti è questo il punto da analizzare

Cup
Cup
8 mesi fa

Manca cattiveria davanti, e un attaccante che non perdoni. Il Belotti attuale, sicuramente a causa dei tanti infortuni, non è all’altezza di una squadra che aspiri a posizioni alte (non altissime). Resta da capire se Belotti e Sanabria, quando saranno entrambi in forma, si possa fare il sospirato salto di… Leggi il resto »

maximedv
maximedv
8 mesi fa
Reply to  Cup

Meglio degli attaccanti che abbiamo ora non li avremo mai con Cairo. Quindi, non penso che il problema siano gli attaccanti. Il Verona ha fatto 11 goal più di noi. In attacco ha Simeone che praticamente era un ex giocatore e non voleva nessuno e Kalinic che è un ex… Leggi il resto »

Belotti c’è: il segnale che Juric aspettava

Un compleanno amaro