La palestra con Mazzarri, le prime apparizioni: crescita esponenziale di Bremer, futuro protagonista di un’asta senza esclusione di colpi

A vederlo giganteggiare nei duelli con i più forti attaccanti del campionato italiano, quasi dimentichiamo come è cominciata la storia di Bremer al Torino. Con tante panchine, con tanto lavoro supplementare. Quanta pazienza, sua e di Mazzarri, nell’attenderlo: e quanta pazienza anche dei tifosi, perché era lecito nutrire dubbi sull’acquisto di un giocatore che necessitava di così tanta “formazione”. Quando il brasiliano è arrivato in Italia nemmeno aveva idea di cosa significasse marcare, quasi non sapeva mantenere la giusta posizione in campo: nelle turbolente settimane in cui Nkoulou è finito “sotto accusa” sembrava fosse impossibile poter sostituire l’ex granata. Come avrebbe fatto la difesa ad essere guidata da quel ventenne che nelle prime timide apparizioni era sembrato delle volte quasi impacciato? Un anno di apprendistato, poi pian piano sempre più spazio. Ma quando quel Bremer è diventato questo Bremer? Certamente la stagione in corso è stata per il difensore quella della consacrazione ma la svolta era già cominciata nell’annata poi interrotta dal Covid. Mazzarri, Longo, Giampaolo, Nicola, ora Juric: è stato un crescendo di fiducia.

Che sia Vlahovic o Dzeko, che sia Giroud come ieri sera, poco importa: Bremer è diventato un mangia attaccanti e oltretutto non disdegna i gol, al contrario, è tra i difensori più prolifici in Europa. Standard altissimi, Bremer è capace di far brillare anche i compagni di reparto (tutti, da Djidji a Buongiorno hanno beneficiato delle sue prestazioni). E in vista di un’estate che vedrà giocoforza scatenarsi un’asta per strappare al Toro il suo difensore, chi avrà in mano un piccolo tesoro è certamente il club. Difficile frenare l’ambizione del brasiliano: potrà essere per Cairo l’affare più remunerativo (per un centrale di difesa) della sua gestione.

Gleison Bremer
Gleison Bremer
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 11-04-2022


60 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Hal
Hal
1 mese fa

Forte è forte ma ci sono dei dubbi nello schierarlo a 4. Dopodiché il mercato dei difensori raggiunge cifre a volte assurde, ed è logico per momento ed età sparare molto alto senza remore

MondoToro
MondoToro
1 mese fa

L’asta sarà al ribasso perché tutto l’ambiente sa che è l’unica cessione dalla quale il buon urby prenderà i soldi per fare mercato. Ergo prenderà quel che gli daranno.

mavafancairo
mavafancairo
1 mese fa
Reply to  MondoToro

premesso che se si vuole ambire a qualcosa un giocatore come Bremer non andrebbe venduto, se riuscisse nell’impresa di svenderlo quello che dovrebbe prendere sono solo tante, ripetute e meritatissime mazzate

odix77
odix77
1 mese fa
Reply to  mavafancairo

veramente è esattamente il contrario : se si pensa di ambire a qualcosa uno come bremer va venduto l’anno che fa il botto come con belotti…. atalanta docet!!! poi si deve però essere decen.ti nel spendere i soldi e sappiamo che nel passato siamo invece stati pessimi…. zaza niang verdi… Leggi il resto »

mavafancairo
mavafancairo
1 mese fa
Reply to  odix77

c’è una tesi abbastanza diffusa secondo cui trovare sostituti adeguati ad un centrale o un mediano, pur validissimi e in grado di garantire dei goal come Bremer e Pobega, nel caso venissero ceduti o restituiti, non sia così complicato… sicuramente non saranno i competentissimi soggetti alla guida attuale di questa… Leggi il resto »

Urbano XV
Urbano XV
1 mese fa
Reply to  mavafancairo

Non metteranno certamente in crisi la tesi dato che quelli che dobbiamo sostituire li hanno trovati gli stessi competentissimi soggetti alla guida della società. Poi, per dormire sonni tranquilli, ci vuole solo salute e sonno.

suoladicane
suoladicane
1 mese fa
Reply to  Urbano XV

ti sbagli, Bremer lo ha portato petrachi e tutti lo abbiamo criticato perchè 6mio sembravano uno sproposito per uno sconosciuto di cui non si intuivano le potenzialità; Pobega è una gentile concessione del milan che doveva trovargli una squadra ed un allenatore che lo facesse giocare con continuità e lo… Leggi il resto »

odix77
odix77
1 mese fa
Reply to  mavafancairo

questa società a dimostrato nel passato di non saper spendere in molti casi i soldi , in altri si, visto che bremer lo hanno preso sempre loro , zappacosta pure, maksimovic anche, peres anche (citando quelli che hanno fruttato a mia memoria le maggiori entrate di soldi)…. hanno però anche… Leggi il resto »

suoladicane
suoladicane
1 mese fa
Reply to  odix77

come ho scritto sopra, tutti quelli buoni da te citati sono frutto di operazioni fatte da petrachi, nel mazzo di decine di operazioni andate male; andato via lui nemmeno più quello

flofloo
flofloo
1 mese fa
Reply to  odix77

Condivido!

madde71
madde71
1 mese fa
Reply to  MondoToro

ha firmato un prolungamento tutto pro domo sua,giusto cosi,visto con chi ha a che fare.
per una valutazione tieni conto che non ha esperienza internazionale di nessun tipo,poi in un difesa non ” a tre”,che rendimento avrebbe?
non vedo un asta

BiriLLo
BiriLLo
1 mese fa
Reply to  madde71

Mi sembra ingeneroso ritenerlo inadatto con schieramenti difensivi diversi dal nostro attuale a 3. Se affiancato da un altro centrale tipo Tomori Koulibaly o alla Cannavaro dei tempi migliori (mi perdonino gli anti per partito preso) si potrebbe costruire un 433 di livello europeo. Asta ? Io credo che ci… Leggi il resto »

odix77
odix77
1 mese fa
Reply to  BiriLLo

mmm su questo però concordo con madde71 a parte non vedere un’asta che lo scrive sempre per i soliti motivi. Bremer in una difesa a 4 è tutto da vedere….

ardi06
ardi06
1 mese fa

Speriamo non sia vero, i giornali anche di cairo lo sostengono, che volendo se ne possa andare per soli 25 ml, praticamente il prezzo pagato per verdi. Bremer ne vale almeno 50

L’imprescindibile inesistenza di Belotti

Non è solo sfortuna? Juric capisca cos’è e risolva il problema