Solo una multa, niente penalizzazione: la Procura Federale condanna la Lazio con un’ammenda esigue

Almeno adesso lo sappiamo tutti: dribblare le disposizioni in tema Covid si tradurrà al massimo in una multa. Un finale a tarallucci e vino, almeno per la Procura: per non parlare del balletto dei ricorsi. Che sarebbe finita così si era già capito in mattinata, quando si era passati dalla possibile penalizzazione in classifica all’ammenda con inibizione al presidente. La sentenza lampo, arrivata dopo pochissime ore, ha ulteriormente abbassato i termini, riducendo la multa da 200 mila euro a 150 mila e l’inibizione dall’iniziale richiesta di 13 mesi ai 7 poi comminati. La Lazio ne esce così in modo piuttosto pulito: la multa, per un club abituato a spendere ben altre cifre, è una goccia nel mare, mentre l’inibizione inferiore ai 10 mesi consentirà a Lotito di non perdere la propria carica federale. Peggio è andata ai medici della società, Rodia e Pulcini, squalificati per 12 mesi.

Normale che nell’ambiente granata ci sia rabbia per aver perso contro una squadra che in campo ha schierato chi non avrebbe dovuto giocare. E il pensiero logicamente va a quanto accaduto alla Roma pochi mesi prima, al caso Diawara: per un errore nella compilazione della lista da presentare alla Lega la squadra ha perso a tavolino la partita contro il Verona.
Dunque è più grave inserire un calciatore nell’elenco sbagliato?
Sono riflessioni dei club e dei tifosi: la realtà è che questo è un caso che ha creato un grave precedente.

Belotti e Acerbi
Belotti e Acerbi
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-03-2021


32 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68 (@toroxever)
8 mesi fa

Volevo riaffermare la vigliaccheria degli stipendiati dell’ufficio stampa che aspettano intere mezze giornate e decine di articoli per le loro rispostine a far sì che, come sempre vigliaccamente, di nascosto e alle spalle possano avere “l’ultima parola”. Ma sempre infami, vigliacchi e gobba lista di nick rimanete a nastro di… Leggi il resto »

cairo.jpg
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
8 mesi fa

Lo psico problematico riafferma.
E noi lo ascoltiamo. Con attenzione.

Valentino
Valentino (@valentino)
8 mesi fa

Caro laziale fai il truffaldino per rubare qualche punto e per cosa? Andare in Europa a fare figure di merxa come ogni anno? Ogni tua sconfitta sarà una gioia per me.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
8 mesi fa

però però èperò
ben 8 commenti malcontati di fila, per lo zerotreino psicoproblematico
Non riesce a contenere la sua gioia! sprizza da tutti i pori.
Porta entusiasm0!

Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68 (@toroxever)
8 mesi fa

Ma quanto sei infame e vigliacco? L’identikit del gobbo perfetto, infatti. Mica rispondi quando la discussione è in corso, no, tu strisci, ti nascondi, e l’agguato, le rispostine le fai ben lontane ore ed ore, passata almeno una decina di articoli in modo che “l’ultima parola ” sia la vostra,… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
8 mesi fa

Tu non stai bene.
Psico zerotreino Simone, mettiti almeno d’accordo con zeroQIenientepiu. Lui mi accusa di essere sempre qui. Tu di arrivare all’ultimo.
Non andate d’accordo nemmeno tra voi pochi intimi dello 0,3%.

Mondo
Mondo (@mondo)
8 mesi fa

Tu però porti mexda al Toro e fortuna alla Cairese…. Peraltro

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
8 mesi fa
Reply to  Mondo

Evvai. Temendo si fosse perso il cagnolino.
Bisxottone! Oggi più grosso, perché da un po che non ti accontento

Ps ma un commento di calcio, tra il cagnolino mondo, lo psicoproblematico Simone e zeroQIenientepiu riusciranno a metterlo?

Le altre compiono imprese: Toro, quando tocca a te?

Derby d’altri tempi: finalmente un Toro coraggioso