23 marzo 1933: nasce Gustavo Giagnoni

di Fabio Milano - 23 Marzo 2018

Giagnoni, “l’uomo col colbacco”: l’allenatore sardo, tra i grandissimi della storia granata, compie oggi 85 anni. Quanti episodi con il suo Torino

E sono 85. Gustavo Giagnoni compie gli anni proprio nei giorni in cui, un anno fa, al Filadelfia si sono completati i dettagli della ricostruzione, in vista della nuova inaugurazione. Una rinascita che non può che far piacere all’uomo del colbacco. Perché lui, Giagnoni, disse più e più volte: “Io respiravo bene, pulito, soltanto quando ero al Fila”. Era la sintesi di un concetto molto più ampio, una supremazia cittadina che spesso fa rima con arroganza. “Sembrava che a Torino dovessero starci soltanto loro. Sembrava che fosse vietato anche solo esistere, lottare, sfidarli.

Sembrava che la Juve non dovesse avere rivali. Non solo dovevano vincere sempre loro, ma noi non si poteva nemmeno combattere. E invece a me piaceva dire: ‘Ci siamo anche noi del Toro, perché anche noi siamo forti’. E il Filadelfia era la mia casa”. E’ stato un grande allenatore, Giagnoni: ha guidato il Milan, la Roma ed il Bologna, ma la sua immedesimazione con il colore granata è stata da subito totale.

Giagnoni e Causio: il pugno diventato storico

Fino a quello scudetto scippato, fino a quel cazzotto sul grugno a Causio. Era il 9 dicembre 1973, la Juve vince il derby, il bianconero sfotte, dice cose che non doveva dire, e Giagnoni scatta: “Gli mollo un pugno, con tutta la rabbia che avevo in corpo”. Al martedì, quando è il momento di tornare ad allenare, teme la reazione della gente; quando arriva al Fila invece, c’è una folla enorme di tifosi ad aspettarlo: “Appena la gente mi vide, cominciò a inneggiare, a battermi le mani, a sollevarmi di peso. Tremila persone in tripudio per me e solo perché avevo steso uno juventino. Mi commossi”. Storia di Giagnoni, storie di Toro.

più nuovi più vecchi
Notificami
Joel19
Utente
Joel19

Persona di altro spessore e temperamento rispetto alle pippe che oggi calpestano indegne l’erba del Fila….

Toro Toro Toro
Utente
Toro Toro Toro

Mi torna in mente anche quella volta, mi pare al termine di un derby del 1963, che il Grande Capitano Giorgio Ferrini prese a calci in culo Omar Sivori…. e un’altra volta, qualche anno dopo, anche Romeo Benetti…… bei tempi, che nostalgia di quando il TORO era veramente il TORO!!!!!!

Toro Toro Toro
Utente
Toro Toro Toro

Auguroni Gustavo, sei stato un Grande nella Grande Storia del nostro Toro!