Verso il derby: la Juve è una corazzata ma per Allegri è emergenza a centrocampo

6
CAMPO, 18.2.18, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-JUVENTUS, nella foto: Miralem Pjanic, Cristian Ansaldi

La presentazione dell’avversaria / La Juventus non ha mai perso in stagione. Per Allegri qualche problema di infortuni

Quindici partite disputate dalla Juventus, 14 vittorie un pareggio a bilancio. Un ritmo forsennato quello tenuto dai bianconeri di Massimiliano Allegri che non solo li catapulta in vetta alla classifica del campionato di Serie A ma gli permette di mettere ben 8 lunghezze di distanza dal Napoli, l’unica formazione in grado di seguire da vicino i bianconeri, e addirittura 14 dal terzo posto occupato dall’Inter. Quattordici vittorie e un pareggio, si diceva: l’unica formazione di Serie A in grado di compiere l’impresa e fermare sul punteggio di 1-1 la corazzata di Allegri, infatti, è stata il Genoa capace di rispondere all’iniziale vantaggio firmato Ronaldo con il gol di Bessa, vero eroe di giornata. Poi, la Juventus si è nuovamente ripresa la scena infilando un filotto di 6 vittorie consecutive e arrivando a pochi giorni dal Derby della Mole con un bilancio di 7 successi su 7 partite in trasferta. In vista della sfida contro i granata di Mazzarri, tuttavia, Allegri sarà chiamato a fare di necessità virtù soprattutto a centrocampo.

Juventus, emergenza infortuni a centrocampo. In difesa a rischio Benatia

Che la Juventus sia una macchina costruita per vincere e fare punti è sotto gli occhi di tutti e numeri di questo campionato lo confermano. Contro il Torino, però, Massimiliano Allegri dovrà giocoforza fare qualche cambiamento soprattutto a centrocampo e in difesa. Se da un lato, infatti, il tecnico bianconero ha ritrovato Emre Can dopo l’operazione alla tiroide, dall’altro dovrà fare a meno sicuramente di Bentancur. Il centrocampista urugaiano, infatti, è stato ammonito da Irrati per il fallo su Gagliardini costringendolo, in quanto diffidato, a saltare il derby della Mole. Contro i granata, con tutta probabilità, sarà ancora assente anche Sami Khedira che dovrebbe tornare a disposizione per la sfida contro la Roma.

In difesa, invece, gli occhi sono tutti puntati su Medhi Benatia che ha accusato un problema al ginocchio: le sue condizioni saranno valutate giorno per giorno ma la presenza al Derby resta in forte dubbio. Alex Sandro, invece, sembra in grado di rientrare dopo il problema ai flessori rimediato contro il Valencia mentre per Barzagli ci vorranno un paio di mesi di stop per recuperare dalla lesione al quadricipite femorale.

Juventus, prima del derby la Champions. E Ronaldo…

Prima di pensare al derby, tuttavia, la Juventus ha un altro appuntamento importante: quello di Champions contro la Young Boys. Partita nella quale i bianconeri sono obbligati a vincere per chiudere al primo posto nel girone (la qualificazione è già stata ottenuta) evitando così i rischi delle urne per gli ottavi di finale.

Partita delicatissima nella quale c’è in palio anche un altro record, questa volta individuale: quello della rete numero 5000 dei bianconeri. E, neanche a dirlo, a inseguire il traguardo sarà soprattutto Cristiano Ronaldo, uno dei veri valori aggiunti della formazione di Allegri capace di siglare 11 reti in 19 partite tra campionato e Champions.

più nuovi più vecchi
Notificami
Andreas
Utente
Andreas

che lettere sono necessarie per definire una parola che rappresenti la dualità del suono rutto/scorreggia !

Zaccarelli
Utente
Zaccarelli

Come ci é arrivata ad essere una corazzata così imbattibile ? Giornalisti sportivi e cronisti non se lo chiedono mai ? Stadio regalato ottenuto con ricatti verso il comune di Torino ( tanto paghiamo anche noi granata) Assicurandosi di riffa o di Raffa campionati e di conseguenza partecipazioni alla Champions.… Leggi il resto »

io
Utente
io

sabato sera in campo ci vorrebbe gente tipo Ferrini e Pasquale Bruno !!