Il vice presidente della Fiorentina contro la Juventus: “Perché ai loro giocatori è permesso protestare così?”

27
Giacomelli
CAMPO, 23.9.17, Torino, Allianz Stadium, Serie A, JUVENTUS-TORINO, nella foto: Andrea Belotti protesta con l'arbitro Giacomelli

Il dirigente della Fiorentina Gino Salica: “È inaccettabile, stiamo studiando un’operazione per portare ai livelli giusti quello che è un disagio profondo”

Gli ultimi derby della Mole sono stati caratterizzati, tra le altre cose, anche dai molti errori arbitrali che hanno sfavorito il Torino e favorito la Juventus. L’elenco è lungo: il gol di Mandzukic viziato da un netto fallo non fischiato su Acquah (nonostante l’episodio sia stato rivisto al Var), l’espulsione ingiusta del ghanese l’anno precedente, il gol ingiustamente annullato a Maxi Lopez e la mancata espulsione di Bonucci nell’ultimo derby dell’era Ventura. E andando ancora indietro nel tempo troviamo il rigore non concesso su El Kaddouri, il mancato secondo giallo a Vidal e il gol di Pogba da annullare per il precedente tocco di Tevez in posizione di fuorigioco. Episodi che hanno innescato diverse polemiche e che sono risultati decisivi sull’andamento della partita. A pochi giorni dalla sfida numero 196 tra Torino e Juventus il vice presidente della Fiorentina, Gino Salica, ha ora denunciato pubblicamente un comportamento a suo dire “inaccettabile” che ai calciatori bianconeri verrebbe costantemente concesso: le proteste in massa nei confronti dell’arbitro.

“Abbiamo dibattuto a lungo su cosa fare, poteva farci comodo fare la voce grossa e stigmatizzare il comportamento dei giocatori bianconeri verso Guida in occasione del rigore che ci ha tolto il VAR ma abbiamo deciso di seguire un’altra linea” ha raccontato Salica ai microfoni di Radio Bruno tornando a parlare dell’ultima discussa partita tra Fiorentina e Juventus. “È inaccettabile che soltanto ad alcune squadre sia consentito protestare così, la vedo dura per la credibilità del calcio italiano già minata dalla mancata qualificazione ai Mondiali e da Figc e serie A senza guida – ha continuato il vice presidente della Fiorentina –tutta l’Italia ha visto quello che è successo. Ci siamo chiesti: perché glielo permettono? In tutte le telefonate che abbiamo fatto in questi giorni tutti ci hanno seguito. Stiamo studiando un’operazione per portare ai livelli giusti quello che è un disagio profondo”. In attesa di capire se l’operazione pensata dai dirigenti viola avrà un seguito, non resta che vedere domenica se in campo accadranno episodi simili sperando che, nell’eventualità, il direttore di gara non sia indulgente quanto lo è invece stato Guida.

27 Commenti

  1. Purtroppo anche i giovani prendono esempio, Guardate su youtube il filmato di bologna-Juventus primavera giocata circa un mese fa. L’arbitro dopo aver convalidato il regolarissimo gol del bologna è stato ripetutamente insultato da un gobbo ed ha dovuto espellerlo. Il capitano lo ha immobilizzato per parecchi secondi (mai visto una scena simile sui campi di nessuno sport) e l’arbitro non ha preso nessun provvedimento. Incredibile! Prepariamoci sabato ad un derby molto caldo…….

  2. Bella iniziativa. Complimenti sig. Salica. Spero possa non incontrare solo omertà da parte delle altre squadre. Dai! Non si può avere paura a prescindere. Va beh che siano potenti, ma chi azz saranno mai sti Ovini !!??

  3. I Regolamenti da anni indicano che i “capitani” sono gli unici giocatori autorizzati ad interloquire con l’arbitro, ma della regola la gobba se ne fa un baffo e gli arbitri sono troppo permissivi. e non fanno rispettare i Regolamenti.
    Ben fa la Viola a portare avanti delle istanze, alle quali si dovrebbe accodare tutte le squadre oneste ad oggi svantaggiate, che sono la maggioranza.

  4. Ma perché prendersela con questi poveri schiavi?
    È la frustrazione esistenziale che li ammazza. Se gli levi anche la possibilità di aggredire gli arbitri che non gli concedono i rigori quando subiscono fallo a centrocampo, dovrebbero prendere atto d’essere dei falliti come uomini. Potrebbe essergli fatale!

  5. Eh si, quando ci tocca il male e’ piu doloroso.
    Lasciamo che studino ed imparino bene, non e‘ mai troppo tardi.
    Hanno tutto il tempo, fino all’andata del prossimo campionato, quando torneranno ad essere sodomizzati dal servo dei gobbi di turno.
    E così via.