Il presidente della Figc Gravina sulla prossima stagione di Serie A: “Valutiamo le ipotesi: possibili due gironi più playoff e playout”

Finire il campionato di Serie A: una possibilità che sta diventando sempre più un imperativo categorico per tutte le parti in causa tanto che il presidente della Figc Gabriele Gravina, in un’intervista a Repubblica è tornato a fare il punto della situazione escludendo a priori l’idea di sospendere definitivamente la stagione: “Lo stop definitivo darebbe inizio a una serie di contenziosi, sul mio tavolo ci sono già le diffide di alcune società. La Fifa ha tracciato la via: non comincerà la nuova stagione senza aver concluso prima questa. Non c’è alcuna deadline per ripartire, andremo di pari passo con gli altri campionati europei. Se ci faranno giocare a inizio giugno, abbiamo le date utili per terminare a fine luglio. A seguire, le coppe“.

Gravina: “Campionato 2021 in 5 mesi: una possibilità”

E se invece non si riuscisse a ripartire in tempo? Un prolungamento eccessivo dello stop al campionato porterebbe con sé cambiamenti enormi che riguarderanno non solo la stagione in corso e il calciomercato estivo ma anche, inevitabilmente, il prossimo campionato 2020/2021. “Se invece dovremo ripartire a settembre – continua Gravina – chiuderemo questo campionato a novembre. Per ritornare in campo a gennaio“. 

Oltre a valutare la possibilità di non giocare al Nord Italia, dunque, anche per quanto riguarda il prossimo campionato (2020/2021) si stanno valutando “tutte le ipotesi. Una è organizzare le competizioni su anno solare, ma, ripeto, serve il coordinamento con tutte le federazioni europee. Altrimenti, dovremo chiudere la stagione a maggio prima dell’Europeo. Il campionato 2021 potrebbe disputare in 5 mesi. Ci sono delle idee sul tavolo, ad esempio una formula con due o più gironi e poi play-off e play-out. Misure eccezionali, solo per una stagione. Poi ridurre il numero delle squadre sarà un’ipotesi reale”.

Pallone Serie A
Pallone Campionato Serie A
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-04-2020


Falli di mano, rigori, Var e non solo: UFFICIALE, cambia il regolamento

Gravina sulla ripresa del campionato: “Niente partite al Nord? E’ possibile”