L’Atalanta è partita molto bene anche quest’anno, sia in Serie A che in Europa League: tutto quello che c’è da sapere

Messa alle spalle la partita contro il Bologna, il Torino si prepara a scendere in campo nuovamente di lunedì, contro un altro avversario ostico come l’Atalanta. I nerazzurri stanno sorprendendo più degli altri anni, come dimostrato non solo dal 6° posto in classifica in coabitazione con la Fiorentina, ma anche dal super percorso in Europa League, che vede i ragazzi di Gasperini essersi già qualificati alla fase a eliminazione diretta con due giornate di anticipo. Difesa, centrocampo e attacco: i bergamaschi sembrano una squadra compatta in tutti i ruoli, con l’unica pecca dettata dal fatto di aver perso troppi punti in scontri diretti.

Rendimento da big… ma non contro le big

Koopmeiners e compagni avevano iniziato in modo altalenante la stagione, con due vittorie e due sconfitte nelle prime quattro gare di campionato. Rendimento che poi è andato in crescendo, come dimostrato dalle sole tre sconfitte subite dalla 5ª giornata in poi. Sconfitte che, però, sono arrivate tutte contro big e dirette contendenti. I nerazzurri hanno giocato sin qui contro Fiorentina, Juventus, Lazio, Napoli e Inter, ottenendo un solo punto complessivamente (0-0 contro la Juve). È questo il vero e proprio tallone d’achille di questo inizio di stagione. Contro squadre di media/bassa classifica, invece, la banda di Gasperini tende a esaltarsi e non poco, vincendo quasi sempre e segnando anche parecchi gol. Juric, dunque, dovrà lavorare per cercare di evitare che a questo dato venga dato continuità.

I giocatori da temere

Tanti sono i giocatori che possono far male nella rosa dell’Atalanta. In primis, dando un’occhiata all’attacco, non può non esser nominato Gianluca Scamacca, vero e proprio bomber della squadra che ha segnato fino a questo momento 5 reti. Sguardo particolare anche a Lookman, che sembra essersi ripresi dopo aver terminato in modo negativo la passata stagione. Il nigeriano è un fulmine sulla fascia e non sarà facile marcarlo. In mediana gli uomini da segnare in rosso sono certamente Koopmeiners ed Ederson. L’olandese, nonostante le 3 reti, è il vero e proprio fulcro del sistema di gioco di Gasp, mentre l’ex Salernitana è in stato di grazia in questo momento, non solo dal punto di vista realizzativo. Sulle fasce poi ci sarà da contenere Zappacosta, mentre in difesa emerge Scalvini.

Davide Zappacosta
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-11-2023


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
odix77
2 mesi fa

non scherzate dai…. al momento siamo una cozzaglia allo sbando allenata da un incapace o di minimo uno totalmente in confusione… se imbroccano la giornata potenzialmente possono fare qualunque risultato se no , ciaone…. se poi andiamo sotto , ci penso il mister e i suoi cambi illuminanti a salvare… Leggi il resto »

oasis torino
2 mesi fa
Reply to  odix77

Aspettiamo sempre impazienti il tuo esordio sulla panchina granata

odix77
2 mesi fa
Reply to  oasis torino

come il tuo esordio in società come presidente , o ds.

Torino-Atalanta: arbitra Piccinini, al Var c’è Irrati

Atalanta, si ferma Scamacca: infortunio al tendine dell’adduttore