L’avversaria del Torino domenica: arriva il Bologna dell’ex Sinisa Mihajlovic. Cammino e punti di forza degli emiliani

Domenica si disputerà all’Olimpico Grande Torino la partita tra il Torino di Juric e il Bologna allenato dall’ex tecnico dei granata Mihajlovic. I granata in questa stagione hanno perso appena 2 delle 8 partite giocate in casa (contro l’Atalanta 1-2 e contro la Juventus 0-1). Il Bologna arriverà alla sfida contro i granata di Juric essendo nona in Serie A (quattro posizioni sopra al Torino), dopo aver vinto 7 delle 16 partite disputate, negli altri nove incontri ha ottenuto 3 pareggi e 6 sconfitte; sono 24 i punti ottenuti dai ragazzi di Mihajlovic in questo campionato. Infatti, nonostante una difesa non attentissima (27 gol subiti in 16 partite), il Bologna sta riuscendo a fare bene pur essendo a volte discontinuo.

Come gioca il Bologna di Mihajlovic?

Gli emiliani si sono spesso schierato in campo con il 3-4-2-1 (stesso modulo utilizzato da Juric) anche se nella sconfitta casalinga contro la Fiorentina il tecnico serbo ha preferito scendere in campo con il 5-3-2. Il Bologna, nel corso di questa stagione ha vinto partite complicate, come quella contro la Roma e contro la Lazio, ma ha perso punti in partite che sulla carta sembravano meno complesse come contro il Venezia e il Genoa.

Bologna, da Barrow a Svanberg: i pericoli

Gli emiliani per vincere potranno contare su Svanberg che in questa stagione sta dando soddisfazioni a Mihajlovic che lo sta ripagando facendolo giocare con continuità e su Barrow che è sicuramente una delle principali fonti di gol della squadra (5 gol e 3 assist). A regalare gioie ai tifosi bolognesi non sono però solo centrocampisti e attaccanti, infatti anche il difensore belga Theate sta disputando ottime partite. C’è poi Lorenzo De Silvestri, ex dei granata, che era titolare ad inizio stagione raccogliendo ottimi risultati e segnando 3 gol, e che dopo qualche partita senza giocare è tornato titolare nella sfida contro la Fiorentina.

Squalifiche, diffide e infortuni: le difficoltà del Bologna

Nell’ultima giornata di campionato Dominguez, un centrocampista che in questa stagione è sempre stato titolare pur senza riuscire mai ad essere decisivo, è stato ammonito ed essendo stato diffidato in precedenza sarà costretto a saltare la sfida con il Torino. Oltre a lui anche Mbaye, Kinglesy e Schouten non saranno disponibili, questi ultimi a causa degli infortuni. Anche Arnautovic, che è stato uno dei trascinatori del Bologna in questo campionato (6 gol e 1 assist), non è al 100% ed è da valutare la sua presenza in campo dal primo minuto.

Musa Barrow
Musa Barrow
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 08-12-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rokko110768
rokko110768
8 mesi fa

Vivendo qui a Bologna io non sottovaluterei minimamente questa squadra che sta facendo bene e pure meglio da quando Bonifazi non è più titolare. Se continuano col 3421 (avevano iniziato col 4231) il loro punto di sofferenza sono le fasce in fase difensiva, hanno esterni votati all’attacco più che alla… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79
8 mesi fa

Tolti due giovani interessanti come Vignato e Theate, Barrow che ha qualche giocata e Arnautovic con la sua esperienza, il resto della rosa è costituito di normalissimi mestieranti da medio-bassa classifica (allenatore compreso).
Squadra tuttaltro che irresistibile, si può battere.
#FVCG

Torino-Bologna: arbitra Dionisi, al VAR ci sarà Fabbri

Verso Torino-Bologna: Arnautovic non recupera