Toro, ecco la Roma: giallorossi in crescita ma con qualche difetto

di Andrea Flora - 16 Gennaio 2019

La presentazione degli avversari del Torino / La Roma rincorre il gruppo di testa e si avvicina al quarto posto, ma serve continuità

Si riparte da dove ci si era lasciati: l’Olimpico di Roma. Il Torino di Walter Mazzarri sabato pomeriggio scenderà in campo contro la Roma di Eusebio Di Francesco per la prima giornata del girone di ritorno. Quello contro i giallorossi è un vero e proprio scontro diretto per l’Europa, è quindi da considerare come una sfida che vale doppio per quanto riguarda i punti, e se si dà un’occhiata alla classifica si capisce come effettivamente lo sia: la Roma dista solo 3 punti dal Toro e occupa la sesta piazza.

Roma: obiettivo Champions League, ma per il quarto posto serve tempo

La Roma, in questo campionato, è stata per lungo tempo un cantiere a cielo aperto con i nuovi arrivi che hanno faticato a inserirsi e Di Francesco che ha spesso mischiato le carte fino a trovare nel 4-2-3-1 in modulo migliore per ottenere buoni risultati. E in questo modulo si sta mettendo in luce Nicolò Zaniolo: appena 19 anni ma tanto talento per quello che ormai da diverse settimane è il trequartista titolare della formazione giallorossa. La partita di Coppa Italia contro la Virtus Entella ha invece consegnato un Patrik Schick finalmente decisivo all’allenatore dei capitolini: due gol e un assist per l’attaccante ceco contro i liguri. L’obiettivo per la Roma è sicuramente quello di entrare nelle prime quattro posizioni entro la fine del campionato, soprattutto per poi poter agire in libertà nella sessione di mercato estiva senza vincoli.

Roma: attacco in forma, difesa un po’ meno

I giallorossi sono in un buon momento di forma, in campionato hanno vinto tre delle ultime quattro partite, perdendo solamente contro la Juventus ma riuscendo a superare avversari tosti come il Sassuolo e il Parma. Contro il Torino Di Francesco dovrà però con ogni probabilità rinunciare a uno dei suoi titolarissimi: Steven Nzonzi. Il francese è infortunato, così come Daniele De Rossi e, notizie degli ultimi giorni, anche Juan Jesus. In difesa, però, il tecnico giallorosso ritroverà Kostas Manolas. La Roma ha un attacco assai prolifico: 34 reti segnate, dieci in più rispetto al Torino di Walter Mazzarri, ed è il quarto attacco di tutta la Serie A. In difesa non va altrettanto meglio: 24 reti subite dalla retroguardia giallorossa colpevole di essere meno compatta e invalicabile rispetto all’anno scorso.