Al termine di Chievo-Torino 0-1 parla anche D’Anna: “Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi. Contro il Toro ho visto dei progressi”

Questa volta D’Anna non bacchetta i suoi. L’allenatore del Chievo commenta la sconfitta maturata contro il Torino in maniera molto lucida, con rammarico, ma senza rabbia. Senza, cioè, quel disappunto che si era percepito nella conferenza della vigilia di Chievo-Torino. “Non posso lamentarmi di niente” esordisce D’Anna, “i cambi del Torino sono stati determinanti. Hanno vinto grazie a quelli, perché altrimenti la partita è stata molto aperta, con tutte le squadre che potevano fare gol da un momento all’altro. Purtroppo noi ci siamo giocati anche un cambio importante nel primo tempo, che non rende più facili le cose. Ma davvero, non posso rimproverare nulla ai ragazzi: abbiamo giocato con qualità anche per buona parte del secondo tempo” dice.

D’Anna dopo Chievo-Torino 0-1: “Non cambierò modo di allenare”

Incalzato dai giornalisti, però, D’Anna si difende. “Se cambierò qualcosa nel mio modo di allenare? Perché? Ce n’è bisogno? Bisogna solo ricominciare, fare le cose fatte bene. Ci sono stati sicuramente più progressi visti oggi con il Torino che contro il Genoa mercoledì scorso” continua l’allenatore del Chievo. “I problemi muscolari? Facciamo un lavoro che prevede l’uso dei muscoli. E molti infortunati sono usciti per delle botte, più che per guai fisici di questo tipo. Non sono preoccupato” conclude.


Ci pensa Zaza… ma che fatica

Aina: “Avrei pagato di tasca mia perché qualcuno segnasse”