Ieri la notizia della chiamata per lo stage di Coverciano, giusto premio per l’ottimo momento nel Toro; fra i convocati, invece, non compare il nome di Boyè

L’attesa per le convocazioni di ieri è stata spasmodica, ma non troppo. Antonio Barreca sapeva di meritare questa chance e la conferma è arrivata: il classe ‘95 parteciperà allo stage a Coverciano indirizzato da Ventura ai giovani Under 23 più promettenti del panorama azzurro. L’esterno mancino non è certamente nuovo alle chiamate in Nazionale, essendo un punto fermo degli Azzurrini di Di Biagio, ma questo primo piccolo salto nella rappresentativa maggiore è un messaggio chiaro a tutto il mondo calcistico italiano. L’impegno di due giorni, 21 e 22 novembre, permetterà al giovane granata di mostrare tutte le sue qualità al commissario tecnico Giampiero Ventura, che già ha avuto modo di allenarlo saltuariamente nella sua quinquennale permanenza a Torino.

Ma la crescita di Barreca in questo primo scorcio di stagione è stata esponenziale. Dapprima il controriscatto in extremis, dopo che il Cagliari sembrava sul punto di accaparrarselo, poi l’avvio di campionato come riserva di Molinaro. L’infortunio di quest’ultimo ha liberato la fascia sinistra alle scorribande del numero 23, giocatore granata con più chilometri nelle gambe. Corsa, cross e attitudine difensiva hanno fatto di Barreca l’uomo giusto per la fascia mancina dello scacchiere di Mihajlovic: prima per necessità, poi per virtù. Il rinnovo fino al 2021, ufficializzato nelle scorse settimane, è il premio (quantomai meritato) concesso dal Toro ad uno dei suoi gioielli più splendenti. L’occasione dello stage è di quelle da non sprecare per il terzino, è la rampa di lancio per presentarsi come outsider alle prossime convocazioni, in programma a marzo 2017 per gli impegni contro Albania e Olanda.

L’aspettativa per l’annuncio dei convocati allo stage era tanta anche per Lucas Boyè. Nonostante le dichiarazioni di preferenza per la Nazionale argentina, infatti, le indiscrezioni degli ultimi giorni parlavano di una parziale apertura all’azzurro, se non altro per questa due giorni di test. L’elenco stilato da Ventura, però, fuga ogni dubbio e allontana forse definitivamente El Toro dalla Selezione italiana.


12 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
BisGranata
BisGranata
5 anni fa

Giusto che sia stato convocato per uno stage, i migliori giovani vanno anche valutati in ottica futura ed è chiaro che non siano convocazioni reali in ottica d’attuale impiego in nazionale. Gagliardini dell’Atalanta è un altro e ogni volta tocca ad uno nuovo, le polemica nascono sempre dalla cattiva interpretazione… Leggi il resto »

rotor
rotor
5 anni fa

Non e’ una convocazione,ma un semplice stage.

GlennGould
GlennGould
5 anni fa

Sono un fan di Barreca, lo apprezzo molto e lo scrivo da tempo. Pero’ parlare di convocazione in nazionale e’ a dir poco ridicolo, in quanto trattasi solo di uno stage a cui partecipano giovani di talento, alcuni molto interessanti, altri improponibili (quest’ultimo, parere personale). In ogni caso e’ assurdo… Leggi il resto »

qui_sont_lesplusforts
qui_sont_lesplusforts
5 anni fa
Reply to  GlennGould

Troppo duro questa volta con la redazione, @glenn gould, mi sembra che abbiano correttamente scritto “partecipare” allo stage. Sempre di nazionale comunque si tratta. Errori ne facciamo tutti, tu sei quello che scrive “ogniuno”, già redarguito tempo e tempo fa da altri ?

Benassi tra i più impiegati in Nazionale: ora serve energia per trascinare il Toro

Hart: “È un Toro con tanta qualità. E c’è più passione che in Premier”