Belotti: "Mi ha chiamato Giampaolo, vogliamo un grande Toro" - Toro.it

Belotti: “Mi ha chiamato Giampaolo, vogliamo un grande Toro”

di Redazione - 3 Settembre 2020

Il Gallo Belotti dal ritiro della Nazionale ha raccontato la prima telefonata con Giampaolo: “Un maestro di calcio, ha già dato la sua impronta”

Dal ritiro della Nazionale, Andrea Belotti ha parlato per la prima volta pubblicamente di Giampaolo, confessando di averlo già sentito ancor prima dell’arrivo dell’allenatore: “È un maestro di calcio e già dai primi giorni ha dato la sua impronta. Vuole un Toro di qualità. Ci siamo parlati al telefono prima ancora che firmasse e mi ha fatto una grande impressione”. Un Torino che sembra essere ancora il destino di Belotti (“Può restare a vita”, ha detto a Vagnati): “Sono qui da cinque anni, ed è già un matrimonio bello lungo. E ne ho anche altri due di contratto”, ha detto a Rai Sport.

Belotti sulla Nazionale: “Mi sento un titolare”

Belotti ha poi parlato della Nazionale: “Sappiamo che dobbiamo ancora lavorare tanto, c’è ancora un grosso margine di miglioramento e quindi questa nazionale può diventare sempre più forte col passare del tempo secondo me”. E sull’intesa con Immobile: “Sono molto contento per Ciro e glielo ho detto in privato. È un motivo di orgoglio per tutti noi. Anche io mi sento titolare e se siamo qui e in competizione è perché entrambi abbiamo delle qualità. Poi tocca all’allenatore decidere anche in base alle partite e al modo di giocare. Io e Immobile abbiamo caratteristiche diverse”.

Sul Covid: “Un po’ preoccupato lo sono, perché comunque in una squadra di calcio c’è sempre un contatto con altri giocatori, il rischio di contagiare e contagiarsi c’è. Penso che bisogna attenersi a tutte le precauzioni che stiamo seguendo, anche in Nazionale stiamo facendo tamponi e test, perché siamo sempre a contatto tra di noi e basta veramente poco”, ha spiegato il Gallo. E poi sul lockdown: “Sono stato con mia moglie in casa senza purtroppo riuscire a vedere i miei genitori perché vivono a Bergamo, la città più colpita. Quando ci siamo rivisti siamo rimasti tutto il giorno con la mascherina e non ci siamo neppure abbracciati. Mio padre temeva di contagiarmi, nonostante non avesse il virus”.

Andrea Belotti of Torino FC gestures during first training of 2020/2021 season of Torino FC.

9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
T
T
2 mesi fa

Uno dei pochissimi che sta disperatamente cercando di salvare il calcio (quel che ne rimane) e i suoi valori. Siamo fortunatissimi ad averlo con noi. Io ho sempre nella mente i bimbi con la sua maglia, che non devono buttarla via dopo un anno perché doveva andare nel calcio che… Leggi il resto »

ardi06
ardi06
2 mesi fa

Sei un grande, ma per un grande Toro mi sa che devi chiedere al presidentissimo

Ultrà
Ultrà
2 mesi fa

nella stagione dell’Europeo…non conviene cambiare squadra…col rischio di finire a sedersi in panca…