Belotti e quel gol dell’ex che ancora non c’è: il Palermo è avvisato

Belotti contro il “suo” Palermo da capitano: per Gazzi la prima da ex…

di Francesco Vittonetto - 3 Marzo 2017

Gli ex di Torino-Palermo / Il Gallo mai a segno contro i rosanero, Acquah l’altro ex di parte granata, Gazzi affronta il Toro per la prima volta

Due partite giocate per 90’ e nessun gol, non proprio un fatto abituale per Andrea Belotti. Le due sfide in questione sono proprio quelle contro la squadra da cui il Toro lo ha prelevato nell’estate 2015, quel Palermo prossimo avversario dei granata, domenica alle 15. Il primo incrocio, quello del 27 settembre 2015, il Gallo lo visse dalla panchina dell’Olimpico torinese. Titolare, invece, nella gara di ritorno del “Barbera”, quando i granata vinsero per 3-1 senza, però, la firma del loro numero 9. A secco anche nel largo 4-1 dell’andata, sempre giocato nel capoluogo siciliano. Rosanero graziati, finora, dal centravanti bergamasco, arrivato alla corte di Zamparini nel 2013 dopo essersi messo in luce nell’Albinoleffe. 64 presenze e 16 reti nel periodo isolano e poi il passaggio in granata per otto milioni di euro. Investimento ben ripagato dal bomber di Calcinate, su cui ora pende la famigerata clausola da 100 milioni.

Non solo Belotti, che affronterà il Palermo con la fascia da capitano, tra gli ex della gara. Afriyie Acquah, che vista la squalifica di Benassi è in lizza per un posto a centrocampo (duello con Gustafson), è giunto a Palermo nel 2010. L’allora diciottenne si affacciava per la prima volta nel calcio europeo e nella compagine prossima avversaria del Toro raggranella 31 presenze in due stagioni. Poi il passaggio in prestito al Parma e la definitiva cessione ai tedeschi dell’Hoffenheim, nel gennaio 2013. In seguito, il prestito alla Samp e l’arrivo in Piemonte nel 2015.

Gazzi
Alessandro Gazzi con la maglia del Torino

Solo uno, invece, il giocatore della compagine di Diego Lopez con un passato in granata: Alessandro Gazzi. Per il rosso mediano sarà il primo incrocio da avversario contro il Toro, vista la squalifica in occasione della gara d’andata. Più che buono il ricordo che il centrocampista ha lasciato a Torino, dove ha messo a referto 104 presenze e 3 reti. Ora la prima volta al “Grande Torino”, ancora con la casacca numero 14 addosso, non più, però, di color granata.

2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
gix
gix
3 anni fa

che sia capitano o meno,l’importante che segni,ma ancor di più che si vinca

Mirko (AmmaMi71)
Mirko (AmmaMi71)
3 anni fa
Reply to  gix

ASSOLUTAMENTE SI!!!