Entro domenica Belotti comunicherà la sua decisione riguardo al futuro: stasera contro la Roma i tifosi cercheranno di convincerlo a restare

Questa sera il Torino affronterà, di fronte al proprio pubblico, la Roma nell’ultima gara di campionato. Occasione per chiudere al meglio una stagione conclusa a metà classifica, magari togliendosi lo sfizio di battere una grande del nostro campionato (una finalista in una competizione europea lo è eccome). Comunque andrà sarà una serata di saluti, di alcuni addii e di altri arrivederci alla prossima preparazione estiva. Resta da capire che tipo di serata sarà per Andrea Belotti: entro domenica, come ha spiegato Juric, il Gallo comunicherà la sua decisione finale. Certo è che questa sera i tifosi, ancora una volta, non si tireranno indietro dall’esprimere il proprio amore per il Gallo, nella speranza che cori e applausi possano convincerlo a restare.

Torino: tra Belotti e i tifosi un rapporto speciale

Il rapporto tra Andrea Belotti e il pubblico granata è ascrivibile a tutt’altra dimensione, che non può che andare oltre a un poco esaustivo terreno di gioco. Ci sono tanti cicli nella storia del calcio. O di ere, che dir si voglia. Beh, venerdì potrebbe arrivarne una ai titoli di coda. Forse già durata fin troppo. Retrograda per quelli che sono gli standard frenetici del pallone. Una simbiosi quasi irripetibile nell’immediato futuro, costruita passo dopo passo nel segno dei gol, di prestazioni sfiancanti. Con la maglia sempre sudata, o con gesti intra ed extra campo che hanno fatto entrare il capitano granata nel cuore di quella che resterà per sempre la sua gente.

250 presenze e 113 gol con il Toro addosso. Il secondo miglior marcatore in Serie A della storia granata dopo Paolo Pulici. Basterebbero i numeri per spiegare quanto sia stato entusiasmante il rapporto tra Andrea Belotti e la piazza granata, ma in fondo sarebbero piuttosto riduttivi. Sono le corse sotto la Maratona, quelle in campo a lottare su ogni pallone. Il trasporto emotivo con cui si è sempre battuto per la causa. La voce rotta alla lettura dei caduti di Superga. La figura che rappresenta per i più giovani. Diciamocelo, è anche un po’ grazie a lui se tanti bambini si sono avvicinati a un Toro decadente rispetto a quello che hanno visto i loro genitori.

Bisogna riconoscerlo, ha dato tanto al Toro. Forse più di quanto questo Toro meritasse. Ogni estate poteva essere quella giusta per vederlo correre verso altri lidi. Invece è ancora qui. E non è sbagliato utilizzare il presente. La partita con la Roma può essere la sua ultima esibizione, ma non c’è nulla di scritto in questa sceneggiatura ancora aperta a colpi di scena.

Non è ancora finita

Nelle scorse settimane il Toro e l’entourage di Belotti si sono incontrati per discutere del rinnovo, senza però arrivare a un accordo per continuare l’esperienza in granata. Non proprio una notizia rassicurante, ma è innegabile però come si siano fatti passi avanti rispetto a qualche mese fa, quando l’addio del Gallo appariva cosa certa. Questione di ambizioni, si diceva. Belotti ha scoperto la vittoria la scorsa estate con la Nazionale e, forse, il Toro gli sta troppo stretto. Facile sostenerlo dopo una lancinante stagione passata. Con Juric le cose sono cambiate, soprattutto per l’atteggiamento ambizioso con cui i granata interpretano gli incontri.

Non si sa però se l’effetto Juric sia bastato a convincere Belotti che il Toro possa avere ancora un futuro e se lui voglia esserne al comando. Nessuno può sapere cosa accadrà dopo il triplice fischio. Può essere un “al lupo a lupo” o davvero l’ultima notte assieme, con tanta inquietudine per ciò che sarà. Nessuno è realmente pronto per separarsi dall’unico giocatore che ha illuso il popolo granata che le bandiere possano esistere ancora. Che il Toro in fondo sia un’altra cosa e che Andrea da Calcinate lo abbia appreso col tempo e con profondo rispetto.

Andrea Belotti
Andrea Belotti

 

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 20-05-2022


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
granata13
granata13
1 mese fa

Per me resta..e stasera lo capiremo..se così non fosse..sarei davvero triste..ma ti ringrazierò comunque..SEI un grande capitano..ma non ci lasciare..si Il Toro va avanti lo stesso, ma sarà un po’ più torello e un po meno Toro senza di te..

valter1
valter1
1 mese fa

Solo applausi e riconoscenza per questo atleta e persona molto molto seria ed infatti non a caso entrato nella lista dei top granata di sempre, ma seriamente qualcuno pensa che debba ancora decidere? Che lo farà da stasera a domenica sera? Magari dopo questa partita…ma dai, finalmente scopriremo le sue… Leggi il resto »

Cup
Cup
1 mese fa

A lui auguro di fare una doppietta su azione contro la Roma, per noi spero che rinnovi, per tutti spero che a Juric venga data una squadra da eurozona!

Torino-Roma: l’ultimo precedente sorride alla squadra granata

Pellegri e Ricci in Nazionale