Nonostante la sconfitta, Andrea Belotti è stato tra i migliori in campo nel derby: la sua grinta e la sua tecnica hanno trascinato il Toro

Chissà se prima di scendere in campo Andrea Belotti avrà ripensato a quel derby di Coppa Italia dello scorso anno, quando Ventura lo richiamò in panchina insieme a Baselli al 64′ perché “a quel punto la partita era già finita”, come dichiarò senza giri di parole lo stesso allenatore a fine gara. Chissà se avrà anche ripensato alla contestazione che ne seguì e alla crisi che quella sconfitta portò con sé. Forse no, ma quel che è certo è che la lezione subita un anno fa allo Stadium gli è servita: ieri Belotti è stato l’ultimo ad arrendersi, il primo a rincorrere ogni pallone, a pressare e a fare a sportellate con gli avversari pur di impadronirsi della sfera. Un vero toro.

Di più di quanto fatto ieri era impossibile da chiedere al Gallo: ha giocato con il cuore, ha dato tutto se stesso per la causa granata e, da attaccante di razza, ha anche segnato. Colpo di testa preciso nell’angolino basso dove aver vinto il duello tutto fisico con Lichtsteiner. E in quanto a duelli Belotti non ha vinto solo quello con il terzino svizzero in occasione del gol, per tutta la gara ha creato grattacapi a Chiellini e soprattutto Rugani che, più volte, ha dovuto ricorrere anche alle cattive maniere per cercare di arginare il centravanti granata. Belotti ha fatto quello che doveva fare, forse anche di più: ha recuperato palloni su palloni, strappandoli dai piedi dei difensori avversari come un mediano d’interdizione.

Sotto la guida di Mihajlovic, Belotti sta crescendo sempre di più. Nonostante la sconfitta ieri è potuto uscire dal campo a testa alta per la prestazione di cui è stato protagonista; forse non varrà ancora i 100 milioni della sua clausola ma, quel che è certo è che domenica dopo domenica sta dimostrando di poter essere un vero top player. Uno da Toro.


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
claudio sala
claudio sala
5 anni fa

Il problema è che ne abbiamo uno solo con questa voglia. Si voglia, perché se da un punto di vista tecnico in squadra ce ne sono di più dotati, quanto a voglia di fare e di crescere e a mancanza di paura vince senza confronto. E questo mi lascia pensare… Leggi il resto »

rotor
rotor
5 anni fa

Belotti immenso,purtroppo a giugno lo perderemo perche’ non manchera’ la societa’ di oltremanica che sara’ disposta a pagare la clausola rescissoria e aspettiamoci che al massimo un terzo del ricavato venga reinvestito in altri acquisti.

Fuocogranata
Fuocogranata
5 anni fa

Buongiorno a tutti, sbollita la rabbia e la delusione si possono fare riflessioni più pacate e ragionevoli. Credo che se avessimo i grafici temporali di 10 anni, rappresentanti la qualità del gioco, dei giocatori, il valore della società, noteremmo una costante salita con una forte impennata questo ultimo anno. Sono… Leggi il resto »

GranaTon
GranaTon
5 anni fa
Reply to  Fuocogranata

ma beato te che già ci sei riuscito! Io sono alla terza seduta di yoga ed ancora prendo a testate il muro e litigo con chiunque mi rivolga la parola!!!

Toro: ancora allenamento differenziato per Obi

I Top & Flop di Torino-Juventus