Torino-Juventus 1-3: ecco quali sono gli aspetti maggiormente positivi e negativi della partita di ieri al “Grande Torino”

Il 192° derby della Mole si è concluso con un’altra vittoria della Juventus: 1-3 il risultato finale ieri pomeriggio al “Grande Torino”, con Gonzalo Higuain (doppietta per l’attaccante argentino) e Miralem Pjanic che hanno ribaltato l’iniziale vantaggio granata firmato Andrea Belotti, bravo nel girare in rete di testa il cross dalla linea di fondo di Daniele Baselli. Ecco quali sono i Top e il Flop di Torino-Juventus.

TOP

La grinta messa in campo: il Toro ha sì perso, ma non si è certo scansato. Sin dalle prime battute Benassi e compagni hanno affrontato senza alcun timore la Juventus, attaccandola, pressandola, lottando su ogni pallone e hanno provato a vincere la partita. Era da molto tempo che non si vedeva un Toro così affamato in un derby: dal punto di vista dell’intensità e della voglia alla squadra di Mihajlovic non si possono muovere critiche.

Il non accontentarsi del pari: un derby va vinto e il Toro, ieri, ha provato a vincerlo non accontentandosi del pareggio. Le tre sostituzioni effettuate da Mihajlovic all’81’ possono essere criticate sotto vari aspetti (per il momento in cui sono state effettuate o per la scelta di inserire un giocatore piuttosto che un altro) ma non per il significato che avevano: il Toro voleva vincere. Purtroppo non ci è riuscito ma questa è la mentalità giusta.

La prestazione di Belotti: novanta minuti di corsa, di lotta, di pressing, di palloni recuperati ma anche di qualità e di un gol. Si può riassumere così la prestazione di Andrea Belotti, l’ultimo dei granata ad arrendersi e il primo a lottare per cercare di avere la meglio in una partita così importante come lo è il derby.

FLOP

Il risultato: come detto in precedenza, in un derby quello che conta è vincere. Mai come in questa partita il risultato finale è tra gli aspetti più negativi. Dopo l’1-3 di ieri sono ora quattro le sconfitte consecutive del Torino contro la Juventus.

Gli ultimi minuti di partita: fino all’82’ la prestazione del Torino è stata sicuramente positiva. La squadra di Mihajlovic ha giocato senza timore, cercando il gol del vantaggio ma, dopo la rete dell’1-2 di Higuain, non ha saputo reagire al colpo subito. Nei minuti finali di gara il Toro non ha mai dato l’impressione di poter segnare, come invece aveva fatto precedentemente. La mancata reazione ha avuto come conseguenza il terzo gol bianconero.

I contropiedi sprecati: nel secondo tempo, sull’1-1, il Toro ha avuto più di un’opportunità per far male alla Juventus, soprattutto in contropiede. Alla squadra granata è però mancata troppo spesso la lucidità nell’effettuare l’ultimo passaggio o nel scegliere la giocata migliore e non è riuscita a concretizzare le proprie ripartenze.


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
diego73
diego73
5 anni fa

Flop Buffon con i baffi……inguardabile.

RiminiGranata
RiminiGranata
5 anni fa

Non si fanno mai 3 cambi contemporanei oltretutto a quasi 15min dalla fine (94′), dove potresti finire in 10.. Per di più ti perdi la possibilità se non altro si può spezzare 3 volte la partita a piacimento.. I cambi sono giustificabili solo se avvenuti sotto un irrazionale overdose di… Leggi il resto »

Peter-Noster
Peter-Noster
5 anni fa

L’altro anno, sopratutto il 2015, lo chiamavo il cappone cascatore, ora sei il gallo combattente Granata.

Belotti, il toro del Toro: ecco come si affronta la Juve

Sisport, il sostegno dei tifosi dopo il derby: “Siamo sempre con voi”