Il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha così commentato l’arrivo del portiere inglese: “Oltre al talento, porta in dote l’entusiasmo e l’umiltà del forti”

Il presidente del Torino Urbano Cairo ha dato il proprio benvenuto in granata a Joe Hart, il portiere della nazionale inglese arrivato in prestito dal Manchester City.

“Joe Hart è un portiere di livello internazionale – ha dichiarato Cairo – con un’esperienza notevole maturata sia con il Manchester City, sia con la Nazionale inglese in cui tra l’altro ha esordito giovanissimo, a 21 anni. Essere riusciti a ingaggiarlo è per tutti noi motivo di grande soddisfazione e testimonia le nostre ambizioni di voler costruire una squadra sempre più forte e competitiva. Come sempre sarà il campo a stabilirlo, certamente non abbiamo indugiato un solo secondo quando abbiamo colto l’opportunità di poter intavolare una trattativa con il Manchester City. Hart, oltre al talento, porta in dote l’umiltà dei forti, l’entusiasmo di chi sa mettersi quotidianamente in discussione per meritarsi uno spazio da protagonista: sono gli stessi stimoli che spronano tutti i suoi compagni, perciò anche per questo e a nome di tutta la Società sono lieto di accogliere Joe Hart con il più cordiale benvenuto. Benvenuto a Torino, e Sempre Forza Toro!”.


81 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Immer1
Immer1(@immer1)
5 anni fa

Spero di essere ancora vivo e festeggiare il giorno quando ti avremo cacciato. Sarò talmente ubriaco che non mi ricorderò neanche una delle tue innumerevoli cazzate prese per il culo. Cairo vattene

warriors69
warriors69(@warriors69)
5 anni fa

vomitevole …e ancora c’e’e gente che ti crede

granatadellabassa
granatadellabassa(@granatadellabassa)
5 anni fa

Aspettiamo la chiusura ma davvero l’asticella si è alzata, le ambizioni sono ben diverse dalla salvezza del primo anno o il consolidamento del secondo anno.
Non ci sono dubbi.

Toro, Lukic convocato in Nazionale: l’Under 21 serba gli apre le porte

Hart: “Avevo bisogno di una svolta, il Toro era nel destino”