Domani inizierà la prevendita per la partita di Coppa Italia contro il Pisa in programma martedì 29 novembre alle ore 21.00

La vittoria ottenuta in casa del Crotone grazie alla doppietta di Andrea Belotti ha permesso al Toro di restare in scia delle prime sei della classifica e quindi in corsa per la qualificazione all’Europa League. Tra gli obiettivi di questa stagione della squadra di Mihajlovic, oltre a quello di terminare il campionato nelle prime posizioni, c’è anche quello di arrivare in fondo alla Coppa Italia: in casa di vittoria Vives e compagni, oltre che arricchire la bacheca granata, otterrebbero inoltre l’accesso diretto alla prossima Europa League. Ecco perché la società granata ha predisposto prezzi speciali per i biglietti di Torino-Pisa.

Per la partita contro la formazione toscana, in programma martedì 29 novembre alle ore 21, i tifosi granata potranno acquistare i propri tagliandi nei Distinti, nella Tribuna Granata o nelle Poltroncine al prezzo di 10 euro. Da domani fino alle 23.59 del 25 novembre, gli abbonati avranno la prelazione sul proprio posto; dal 26 novembre i posti non acquistati in prelazione verranno sbloccati e andranno in vendita libera. A partire da domani alle ore 14 aprirà comunque la vendita libera di tutti i posti non bloccati in prelazione dagli abbonati alla stagione 2016-2017.

Questi i prezzi dei biglietti di Torino-Pisa:

10 euro in Curva Maratona
10 euro in Curva Primavera
10 euro nei Distinti Granata
10 euro in Tribuna Granata
10 euro nelle Poltroncine Granata
50 euro in Tribuna Grande Torino.


13 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rotor
rotor
5 anni fa

Prezzi stracciati…pisani annientati!

Bischero
Bischero
5 anni fa

10 euro è un prezzo popolare…cercare a prescindere il pelo nell uovo non porta da nessuna parte.

bmarco
bmarco
5 anni fa

Stadio pieno e tutti contro Ringhio Gattuso…
Quale migliore occasione per festeggiare con i prezzi alla portata di tutti.

Toro, 25 convocati per la sfida di Coppa Italia

Toro, cordoglio per la Chapecoense: si pensa a un aiuto per le vittime