Coppitelli: accolto con diffidenza va via da granata - Toro.it

Coppitelli: accolto con diffidenza va via da granata

di Ivana Crocifisso - 5 Luglio 2019

Tre anni dopo, l’ex allenatore della Primavera lascia una squadra che ha messo in mostra i suoi talenti, che ha fatto crescere i ragazzi e portato risultati

Quando il 17 giugno del 2016 Federico Coppitelli è stato annunciato come nuovo allenatore della Primavera del Toro, il mondo granata doveva ancora abituarsi all’addio di Moreno Longo. Scudetto, Supercoppa ma soprattutto un Torino finalmente in grado di giocarsela con tutte le altre, formato da ragazzi capaci di fare appassionare il pubblico, sempre accorso in massa. Longo, prima ancora Asta, Scienza e una lunga lista di allenatori innanzitutto marchiati di granata, cresciuti nel vivaio o arrivati al Toro nel corso della carriera. Firma Coppitelli: romano, slegato dall’ambiente Toro. Una scelta di rottura.

Tre anni dopo sembra impossibile pensare a Federico Coppitelli come ad un corpo estraneo dal Toro. Il merito è suo, ed è uno dei tanti. Ha saputo vincere la diffidenza di un ambiente che nei primi tempi lo ha osservato, studiato, scrutato e che pian piano ne ha cominciato ad apprezzare i modi, i metodi. Un ambiente che è stato anche – ma quello era capitato anche con il suo predecessore – convinto dai risultati e dal lavoro.

Schietto e sincero nelle analisi, ha creduto innanzitutto nei suoi ragazzi. Il cuore dove non arrivava la tecnica ma sarebbe la cosa più sbagliata del mondo dire che il suo Toro aveva solo quel muscolo. Una squadra che in tre anni è arrivata due volte in finale di Coppa Italia, che ha vinto una Supercoppa e che solo un mese fa ha sfiorato la finale scudetto, che ha fatto esordire tra i grandi tre giocatori (sembrano pochi, ma le statistiche del periodo precedente danno invece un’idea diversa) non ha solo grinta e coraggio, ma ha un’anima. E gioca, divertendosi.

Lascia alle sue spalle un gruppo in crescita prima di una nuova avventura professionale. Un’eredità preziosa per Marco Sesia, che dopo gli anni alla guida dell’Under 17 potrà continuare il lavoro del suo predecessore: che va via da granata.

più nuovi più vecchi
Notificami
Davidoz
Utente
Davidoz

In bocca al lupo mister

Ivan Groznyj (El Terrible)
Utente
Ivan Groznyj (El Terrible)

Confermo, ero scettico, invece mi ha sorpreso positivamente.. E spesso, molto spesso, gli ho sentito pronunciare frasi da vero Granata, da Tremendista.. cosa che da altri non ho sentito…

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

partivo non scettico perchè arrivava da vincente, e dunque da non incompetente. per il resto concordo su tutta la linea. partivo