L’attaccante spagnolo Falque parla del suo momento con la maglia del Torino: “Ho la fiducia dell’ambiente, il gol più bello quello contro la Fiorentina”

Un periodo positivo quello di Iago Falque al Torino, dopo il gol decisivo realizzato alla Fiorentina: ai microfoni di Sky Sport, l’attaccante spagnolo parla del suo momento con la maglia del Toro: “Il gol più bello è sto quello con la Fiorentina anche se era da tanto che non segnavo di punizione e quindi dico anche quello contro l’Atalanta e contro la mia ex squadra. Potrei battere il mio record col Genoa di 13 gol, dove nei primi mesi avevo segnato poco per l’adattamento in Italia ma poi ho iniziato ad ingranare anche grazie a Gasperini. Adesso, con la fiducia da parte del mister, ho cominciato a segnare subito. Il Torino mi ha dato fiducia fin dai primi giorni ed è una squadra grande con una società che vuole crescere: ciò che cerco pure io”.

Una battuta anche su Italia-Spagna di questa sera, e sul ct spagnolo Lopetegui che lo ha allenato nelle giovanile delle “Furie rosse”: “Lopetegui mi ha allenato nelle giovanili della Spagna ma da quando allena la Nazionale maggiore non ci siamo più sentiti. L’obiettivo è continuare su questa strada magari con ancor più continuità: segnando così alla lunga potrebbe arrivare anche la mia opportunità“.

TAG:
toro

ultimo aggiornamento: 06-10-2016


23 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
carbonaro doc
carbonaro doc
5 anni fa

iago falque è in prestito oneroso (1 mln) con diritto di riscatto a 5 secondo altre fonti il diritto di riscatto è a 6,5 mln toh, anche il Toro compra giocatori e li paga l’anno seguente, ovviamente se le spese sono coperte dalle future entrate (i soldi di peres, per… Leggi il resto »

SpakkaLaGobba
SpakkaLaGobba
5 anni fa

Su Falque felicissimo di essermi sbagliato. Quanto visto finora conferma le mie impressioni iniziali anche se va contro le mie più rosee aspettative per altro solo parzialmente suffragate della sua curva di crescita inversamente proporzionale alle pressioni coadiuvanti di un ambiente coeso nel favorire un’impennata del rendimento.

Cup
Cup
5 anni fa

Belotti ci ha quasi fatto dimenticare Immobile, Falque inizia a farci dimenticare Cerci! In più c’è Lliajc…

Toro, il report sull’allenamento pomeridiano in Sisport

Poco killer instict: Mihajlovic pretende più gol da Boyé