Giampaolo, zero gol dalla panchina: sul Torino non incidono i cambi

Giampaolo, impatto zero dalla panchina: i cambi non portano gol al Torino

di Francesco Vittonetto - 13 Novembre 2020

In 7 partite di Serie A, Giampaolo ha effettuato 29 cambi: nessuno ha portato gol o assist. Il Torino deve crescere (anche) in questo

In totale il Torino ha effettuato 29 cambi nelle prime sette giornate di campionato. Un numero perfettamente in linea con quello delle altre squadre di Serie A. Giampaolo ha utilizzato solo nelle ultime due partite – contro Genoa e Crotone – tutte le cinque sostituzioni concesse dal regolamento, mentre in altre quattro occasioni ne ha effettuate solo quattro (tre, invece, nella sfida contro la Lazio). Eppure il dato che colpisce è l’impatto che da esse ha ricavato la squadra: zero gol e zero assist. Dalla panchina, secondo le statistiche, il Toro non ha ricevuto beneficio alcuno in termini di produzione offensiva.

La strategia di Giampaolo sui 5 cambi

E dire che la strategia di Giampaolo e del suo staff sarebbe ben diversa: “I cinque cambi io li vorrei far sempre: più il Torino è in grado di far ruotare i giocatori senza perdere il livello, più è forte. Dobbiamo cercare di essere competitivi con 16 calciatori, aveva dichiarato il tecnico prima del Crotone. E ancora: “Io quando faccio sostituzioni voglio mettere attaccanti, non difensori. Per difendere lontano dalla porta, per avere sempre un pensiero offensivo”.

Ecco, a tal proposito parlano ancora i dati. Nelle prime due di campionato, quando ancora era in rosa Berenguer e Zaza e Millico – i cui rientri sono per questo cruciali – erano a disposizione, Giampaolo aveva potuto inserire due attaccanti nel corso della partita. Da lì in poi, i cambi offensivi sono stati uno o nessuno (è successo contro il Sassuolo). E addirittura, a Reggio Emilia e contro la Lazio, l’allenatore granata ha inserito un difensore – Nkoulou – per un attaccante.

L’impatto delle sostituzioni in Serie A

Il risultato, alla fine, è che il Toro non ha potuto contare su un aiuto dalla panchina in termini realizzativi. Che, nell’era dei cinque cambi, è un ben magro risultato. Gasperini, all’Atalanta, ha raccolto 4 gol e 2 assist dalle 35 sostituzioni effettuate, Conte (Inter) e Gattuso (Napoli) 5 gol. Ma anche Ranieri e Filippo Inzaghi hanno potuto contare su aiuti importanti: 2 gol e 2 assist dai subentrati della Sampdoria, 1 gol e 3 assist per il Benevento. Il Torino, invece, deve crescere anche sotto questo punto di vista. Giocare in sedici è un vantaggio strategico troppo importante per non approfittarne.

Marco Giampaolo
Marco Giampaolo, Torino