Domenica contro il Sassuolo, Joe Hart giocherà la sua ultima partita in maglia granata: il suo ritorno al Manchetser City è ormai cosa certa

Per Joe Hart la partita in programma domenica allo Stadio Grande Torino contro il Sassuolo, rappresenterà l’ultimo palcoscenico in maglia granata, al termine di un’annata vissuta interamente da titolare e in un ambiente che lo ha amato, riservandogli affetto e passione. Tanto infatti è stato l’amore ricevuto dal portiere inglese in questa stagione, divenuta dopo la chiacchierata separazione dal Manchester City, un’opportunità di rilancio della propria carriera. Occasione in fin dei conti sfruttata dall’estremo difensore, che nonostante qualche imprecisione di troppo, è riuscito nell’intento di fare sua una maglia da titolare, difendendo con impegno e capacità tecniche la retroguardia granata. I 63 gol subiti dal Toro in campionato, infatti, sono un dato che non può gettare troppe ombre sul rendimento di Hart, considerato l’atteggiamento tattico voluto da Mihajlovic, sempre votato all’attacco anche a discapito di una impermeabile fase difensiva.

Il suo ritorno in Inghilterra è ormai cosa certa, il Toro con l’acquisto del giovane Milinkovic-Savic e le metodiche attenzioni riservate ad altri portieri del nostro campionato, ha di fatto voltato pagina già da tempo. Al di là dell’aspetto tecnico, di Hart i tifosi del Toro conserveranno il ricordo di un professionista coraggioso, che non ha esitato a proporsi in una realtà completamente diversa da quella in cui è cresciuto, nonostante un curriculum e un palmares da affermato campione. Qualche bisticcio con l’italiano ad inizio stagione (comprensibile per chi è appena arrivato dall’Inghilterra), ha svelato di Hart un aspetto anche irriverente, suscitando l’immediata simpatia dei tifosi, che lo hanno coccolato anche dopo il difficile esordio di Bergamo. Indipendentemente dai movimenti di calciomercato, che da qui ai prossimi mesi diventeranno il principale motivo di interesse, giusto tributare ad Hart un caloroso saluto, con il reciproco augurio di chiudere degnamente la stagione, e di potersi incontrare nuovamente (tutt’al più da avversari), in un palcoscenico europeo.


48 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
io
io (@io)
4 anni fa

gia’ ,perché tu non lo hai insultato ?

io
io (@io)
4 anni fa

ma che ce frega de Hart , noi ci avemo er Donnarumma serbo !!!

momocicuta
momocicuta (@momocicuta52)
4 anni fa

L’accanimento verso Padelli è insensato e non ha nemmeno un riscontro tecnico

io
io (@io)
4 anni fa
Reply to  momocicuta

ti approvo pienamente !

remy
remy (@remy)
4 anni fa
Reply to  momocicuta

Certo , padelli va rispettato come ogni giocatore granata , oltretutto ha una certa anzianità di servizio e mi sembra un bravo ragazzo . Il rendimento di joe, o la sua modesta cifra tecnica, non rivaluta il giudizio sul portiere padelli, non adatto ad una squadra con ambizioni di Europa… Leggi il resto »

Oggi la ripresa, in mattinata seduta tecnico-tattica

Torino: Carlao rientra in gruppo, ancora a parte Maxi Lopez