Hart è stato la bandiera del Manchester City, qualità e numeri da top in Europa. La presentazione del nuovo portiere granata

Una delle trattative di calciomercato più strane e inaspettate di sempre: Joe Hart è il nuovo portiere del Torino. I granata hanno battuto la concorrenza di club inglesi, Sunderland e Everton su tutti, e si sono assicurati le prestazioni del portiere inglese per una stagione.

Il giocatore ha preferito lasciare l’Inghilterra per non trovarsi faccia a faccia contro la squadra del suo cuore, il Manchester City. Squadra che ha difeso per sei stagioni, dal 2010 al 2016. L’arrivo di Guardiola ha fatto scivolare Hart dal ruolo di titolare, a quello di terzo portiere. Da bandiera della squadra, amatissimo dai tifosi, a esubero. Guardiola ha voluto dare un taglio netto con il recente passato del club, preferendogli Bravo, prelevato dal Barcellona, e Caballero.

Una frattura in cui ha saputo inserirsi il Torino. I granata hanno offerto al portiere inglese un sicuro posto da titolare, la possibilità di fare un’esperienza in un campionato diverso dalla Premier League e soprattutto l’occasione di rilanciarsi godendo dell’appoggio totale della società, dell’allenatore e dei tifosi. Hart ha subito abbracciato il progetto granata e ha preferito il Toro alle altre pretendenti.

348 presenze nel Manchester City, 303 in Premier League, 62 tra Champions League e Europa League, e 63 con la nazionale inglese. Due volte vincitore della Premier League, due volte vincitore della coppa di Lega inglese, una volta vincitore della Coppa d’Inghilterra, quattro volte vincitore del Golden Glove, premio per il portiere che riesce a terminare il maggior numero di partite di campionato senza subire gol. Dal 2007 a oggi, Hart è anche il portiere inglese che ha effettuato più parate in Premier League (ben 809).
Numeri che parlano da soli: Hart è un estremo difensore di caratura internazionale, con grande esperienza e abituato a lavorare sotto forti pressioni.

Le sue qualità? Grande fisicità, carattere rude e determinato. Il portiere è tra i migliori al mondo nelle uscite basse, con uno stile da portiere di hockey: corsa incontro all’avversario, e braccia e gambe aperte a coprire la porta con estremo coraggio.
Hart è un trascinatore, guida la difesa come pochi altri ed è un leader dentro e fuori dal campo. Nella sua carriera, è incappato qualche volta in errori grossolani, ma nel complesso sono più gli episodi in cui ha risolto in positivo le partite del City, rispetto a quelle in cui ha avuto responsabilità nella sconfitta.

E’ stato molto criticato per le sue prestazioni durante gli ultimi Campionati Europei. Questo non ha, però, attenuato l’affetto e la stima nei suo confronti dai parte dei tifosi del Manchester City che, in larga maggioranza, non hanno appoggiato la decisione di Pep Guardiola. Hart era la loro bandiera, il simbolo della squadra e del club.

Il portiere può scrivere adesso una pagina della storia del Torino. L’arrivo di Hart ha messo il Toro al centro dei riflettori di tutto il mondo calcistico. I tifosi non vedono l’ora di vederlo all’opera; cresce l’attesa per l’esordio di Hart con la maglia granata.


69 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
carbonaro doc
carbonaro doc
6 anni fa

Per un anno hart giocherà per il Toro. Rispetto alla precedente situazione con padelli titolare, direi che il rafforzamento è sotto gli occhi di tutti. Il fatto poi che gran parte dello stipendio sia a carico del city mi pare un plus, visto che certi stipendi e di conseguenza certi… Leggi il resto »

carbonaro doc
carbonaro doc
6 anni fa
Reply to  carbonaro doc

Aggiungo che, se arrivassero altri cinque o sei giocatori di livello europeo/mondiale in prestito secco con stipendi pagati dagli squadroni di provenienza, io sarei comunque felicissimo e non per questo mi sentirei circuito mentalmente da cairuzzo. E questo perché il Toro crescerebbe a livello di risultati, di appetibilità e di… Leggi il resto »

rimbaud
rimbaud
6 anni fa

Questo è un portiere da Toro.

tirrenogranata
tirrenogranata
6 anni fa

Operazione da campagna mediatica, ma rispetto ai vari Recoba preferisco così. Hart è un gran portiere e un vero leader, ottimo arrivo, e, sebbene sappia che è impossibile, arrivo sempre a sperare che, tra un taglio allo stipendio, una buonuscita del City, un sacrificio nostro ed un prolungamento di contratto,… Leggi il resto »

Toro, allenamento a porte aperte alle 17.30 per i tifosi

Toro, domani amichevole a Lu Monferrato