Poche ore al termine della prima fase del ritiro del Toro: Sinisa Mihajlovic fa il punto su quanto accaduto a Bormio

nostri inviati a Bormio
Ivana Crocifisso / Andrea Piva

Cominciata a Bormio, in Comune, la conferenza stampa organizzata dalle istituzioni per salutare il Torino. Presente l’allenatore granata, Sinisa Mihajlovic. Dopo il saluto del sindaco prende la parola il tecnico serbo: “Vorrei ringraziare il Comune e tutta la gente che è stata a stretto contatto con noi. Ci siamo trovati molto bene e ritorneremo se ci dovesse essere la possibilità. Non dipende da me dal presidente e da voi. Grazie ai tifosi che ci incitano: dobbiamo dare il massimo per non deluderli. Grazie ai ragazzi per il loro impegno, ci sono buone basi. Grazie anche al Toro, alla società, per come si sta impegnando a costruire la squadra. Abbiamo preso buoni giocatori e ne arriveranno di sicuro degli altri. I prossimi giorni mi serviranno per valutare chi resterà, per valutare i giovani e capire se tenerli o mandarli a farsi le ossa. Il nostro obiettivo è incarnare lo spirito del Toro. Ed è anche l’Europa entro due anni, ma non vuol dire che non ci proveremo anche quest’anno. Dobbiamo aver voglia di sognare, ma per realizzare i sogni serve fatica”. 

Sul lavoro dei primi giorni e sul modulo: “C’è molto da lavorare, la base è buona, il gruppo è sano. Passare dalla difesa a tre a quella a quattro non è immediato. Ci vuole tempo per sistemare alcune cose. Sono contento per il loro impegno, come per tutto ci vuole pazienza, ma è importante che ci sia la voglia di farlo”.

Su Ljajic: “L’ho trovato bene, cresciuto, più maturo. Nella Fiorentina e in Nazionale era ancora un ragazzino. Ora sta diventando un uomo ed è positivo, quando si cresce come persona si cresce come calciatore. Ci dà quella dose di fantasia e può farci fare la differenza. Per lui può essere la stagione decisiva”. 

Su Bruno Peres: “Peres è un giocatore del Toro, è importante per noi, forse nel centrocampo a cinque si troverebbe meglio ma ha già giocato in un modulo del genere. Semplicemente deve migliorare la fase difensiva. Se resta sono contento, se va via anche perché arriveranno dei soldi che potranno servire”. 
Poi il discorso va su Maxi Lopez: “Sta calando di peso, per le qualità che ha adesso è al 50 per cento, ma questo ritiro può essergli utile. Questo modulo è ideale per lui, lo abbiamo già visto a Catania”. 

Sui portieri: “Ho parlato anche con i tre portieri, la mia idea è quella di Gomis titolare, Padelli secondo e Ichazo terzo. Le gerarchie possono cambiare, tutti avranno la possibilità di dimostrare quello che valgono”.

“Valuterò ancora più avanti, dopo l’Austria, quali giovani tenere. Bisogna sempre parlare chiaro e loro lo sanno bene. Non ho paura di far giocare i giovani, ma dobbiamo lasciar loro la possibilità di sbagliare”. 

Poi su Maksimovic: “Le voci lo distraggono, ma è normale. Ho parlato con lui proprio stamattina, mi ha assicurato impegno. Io conto molto su di lui, l’ho lanciato in Nazionale, lo conosco bene e mi piace ma i giocatori sono tutti uguali”. 

Sul mercato: “Certamente serve un mediano, abbiamo una rosa ristretta di nomi sui quali stiamo lavorando, non sarà il solo, ci servono rinforzi se vogliamo andare in Europa, ma la società sa”. 

Sulla difesa: “Faremo tutte le valutazioni, compresa questa, nel corso del ritiro”.

Sulla Juve: “Sta facendo una campagna acquisti importante, pronta a vincere 36 partite su 38, poi sulle due con noi vedremo. Certamente è più forte delle altre, da parte della gestione è un esempio da seguire”. 

Sul Milan: “Una partita difficile, avrò un motivo in più per fare bene, ma non cerco rivincite. Il tempo è galantuomo, so dove ho lasciato il Milan e so dove è finito”. 

TAG:
Mihajlovic

ultimo aggiornamento: 25-07-2016


124 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
kurtz
kurtz(@kurtz)
5 anni fa

finalmente, dopo 5 anni, non ho più l’impressione di avere un allenatore che quando parla prende per il culo i tifosi del Toro.

AT72
AT72(@at72)
5 anni fa

Se proprio Peres deve andare via lo darei alla roma in cambio di Paredes ….ma scambierei molto piu volentieri Zappacosta e qualche miglioncino..

RiminiGranata
RiminiGranata(@riminigranata)
5 anni fa

Grande 16:51…Ottimismo cigolante…si apre una nuova era. Sbaglio o il Serbo ha soppresso il concetto di “conoscenze” calcistiche nelle sue conferenze. Speriamo quest’anno di non sentire fumosi concetti astratti post partita e quando si perde, speriamo di vedere belle facce incazzate!!!

Bormio Live / L’allenamento mattutino del Toro

Bormio, il sindaco Volpato: “Contenti del Toro, speriamo ritorni”