Mondiale 2018: Ljajic e Niang i rappresentanti del Torino

2
Niang
CAMPO, 22.10.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Kevin Strootman, M'Baye Niang

Nel 2014 furono quattro i calciatori granata a giocare la Coppa del Mondo, in Russia potrebbero essere al massimo tre con Ansaldi

Nonostante l’incredibile mancata qualificazione dell’Italia al Mondiale, in Russia il Torino sarà comunque rappresentato. A tenere alto il colore granata saranno Adem Ljajic e M’Baye Niang. Salvo colpi di scena i due attaccanti faranno parte delle spedizioni di Serbia e Senegal (i balcanici non si vedevano alla Coppa del Mondo dal 2010, gli africani dal 2002): il numero 10 granata da qualche mese è tornato a vestire la maglia della sua nazionale e sembra essere diventato un giocatore imprescindibile, l’ex Milan invece, da quando ha preso la cittadinanza senegalese, è diventato una pedina fondamentale dei Leoni della Teranga. Nella migliore delle ipotesi ci sarà anche un terzo calciatore del Torino che volerà in Russia: Cristian Ansaldi. Il terzino è ora tornato a far parte del gruppo Albiceleste grazie all’infortunio di Acuña, chissà se ci sarà anche a giugno. Quasi improbabile invece che possa essere convocato dalla Spagna Iago Falque.

Quattro anni fa in Brasile il Torino fu invece rappresentato da quattro calciatori: il greco Panagiotis Tachtsidis e gli italiani Matteo Darmian, Ciro Immobile e Alessio Cerci. In Russia invece potrebbero esserci tanti ex granata, a partire da Pontus Jansson, che ieri con la sua Svezia ha festeggiato la qualificazione proprio contro l’Italia. La Polonia, poi, non farà a meno di Kamil Glik, così come la Serbia di Ljajic non rinuncerà a Nikola Maksimovic e l’Inghilterra a Joe Hart. Fuori dai confini europei, nell’Uruguay ci sarà con ogni probabilità Gaston Silva, dei ventitré del Marocco invece spera di poter far parte Omar El Kaddouri. Infine, insieme a Niang nel Senegal potrebbe esserci anche Alfred Gomis: il portiere è ancora ufficialmente un giocatore del Torino, ma la Spal sarà obbligata a riscattarlo a fine campionato.

2 Commenti