I doppi ex / L’attuale allenatore del Crotone è legato alla maglia granata con ricordi indelebili da giocatore. Suo il gol promozione contro il Mantova

Davide Nicola e il Torino sono legati a vita da una notte indimenticabile: è l’11 giugno del 2006, i granata ospitato il Mantova nella finale di ritorno dei playoff promozione di Serie B. Il Toro di De Biasi deve rimontare il 4-2 subito all’andata. Dopo il 2-0 firmato Rosina e Muzzi si va ai tempi supplementari e al minuto 94 Nicola impatta e spedisce in rete di testa il pallone del 3-0. Un gol promozione rimasto indelebile nella mente dei tifosi granata e dei protagonisti in campo. Una partita che rimarrà sempre nella storia granata.

Quella 2005/2006 fu la sua unica stagione con la maglia granata. Da assoluto protagonista, viste le 39 presenze tra campionato e playoff. Una carriera, quella di Nicola, vissuta quasi interamente sui campi di Serie B e Lega Pro. L’unica esperienza in Serie A fu nel 2004/2005 con la maglia del Siena.

Domenica Nicola ritroverà il Toro, ma da avversario. Il suo Crotone ha bisogno disperato di punti per rendere meno utopico il sogno salvezza. I tifosi granata applaudiranno volentieri un allenatore che ha dimostrato di essere uomo intelligente e leale. La riconoscenza per quel gol del 2006 sarà infinita.

Un altro ex della partita è Daniele Padelli che ha collezionato una sola presenza in Serie B ad inizio carriera, con la maglia del Crotone, nella stagione 2006/2007. Nel corso della stessa stagione Padelli passò a Liverpool dove ebbe l’onore di giocare una partita di Premier League con la maglia dei “Reds”.


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rotor
rotor
6 anni fa

Grande persona,che ricordo con affetto per quanta generosita’ ha messo nella sua militanza granata.Il destino e’ stato crudele con lui,gli auguro ogni bene,ma a partire da lunedì.

miva -21
miva -21
6 anni fa

Una bella persona che mi è rimasta nel cuore.

remy
remy
6 anni fa

Al goal di Nicola uscii di testa come poche altre volte. Quella serata, e direi anche il giorno precedente, pietre angolari del granatismo.

Toro: oggi pomeriggio allenamento a porte chiuse

Crotone-Torino: Hart a caccia del terzo “clean sheet” stagionale