Bruno Peres, Falque, Ljajic: quanti ex in Roma-Torino

Roma-Torino, è il festival degli ex: riecco Peres

di Marco Sangiorgio - 16 Febbraio 2017

Gli ex della partita / Tanti i giocatori granata che hanno vissuto parte della loro carriera nella Roma giallorossa: da Castan a Iturbe. L’ex granata è Bruno Peres

Roma-Torino sarà una partita speciale per i tantissimi ex. Tra le fila granata ci sono molti giocatori che hanno vissuto parte della propria carriera in giallorosso, a partire dal tecnico Sinisa Mihajlovic, per finire con l’ultimo arrivato Iturbe. Nella Roma il grande ex è Bruno Peres, scoperto e lanciato in serie A dalla squadra granata. Mihajlovic, Castan, Ljajic, Iago Falque e Iturbe sono i granata ad aver vestito la maglia della Roma. Il tecnico granata è stato un calciatore giallorosso dal 1992 al 1994, appena arrivato in Italia dalla Stella Rossa. Due stagioni non del tutto positive, ma fondamentali nella crescita di Mihajlovic come uomo e come giocatore. Una stagione molto positiva è stata anche quella di Castan, al centro della difesa assieme a Benatia, nel campionato 2013/2014. Anche la stagione precedente, la sua prima in Serie A, era stata complessivamente positiva con 30 presenze e un gol. Poi l’infortunio, l’operazione e i tanti problemi sopraggiunti di conseguenza. Con il Toro ha ritrovato fiducia e continuità, ma domenica non sarà della partita a causa di un infortunio. Per lui non sarà un Roma-Torino da protagonista.

Hanno avuto esperienze più recenti in giallorosso anche Ljajic, Iago Falque e Iturbe. Tutti arrivati a Roma con grandi aspettative, tutti finiti presto ai margini del progetto tecnico. Ljajic ha collezionato 78 presenze e 15 reti in giallorosso tra il 2013 e il 2015, Iago Falque 27 presenze e 3 reti nella passata stagione, Iturbe 68 presenze e appena 5 reti in tre stagioni e mezza. Il Toro ha dimostrato di credere nella loro “rinascita” calcistica: Ljajic e Falque sono stati prelevati a titolo definitivo, con il giusto sacrificio economico, mentre Iturbe è in prestito. Lo spagnolo è quello che ha convinto di più in termini di prestazioni e reti; il serbo è stato troppo discontinuo e poco concreto, ma in alcune partite ha saputo dare dimostrazione della sua classe. Ha ancora quasi metà campionato a disposizione per dimostrare di valere la fiducia del tecnico e della società granata.

Tra le fila giallorosse, il grande ex è Bruno Peres. Il brasiliano ha vestito la maglia granata dal 2014 al 2016 per un totale di 68 presenze e 7 reti. La sua velocità e la sua capacità di dribbling lo hanno fatto diventare un idolo dei tifosi del Toro. Indimenticabile il gol pazzesco nel derby del 30 novembre 2014. Una rete che rimarrà nella storia del derby della Mole. Nella Roma ha trovato subito spazio, prima da terzino sinistro, poi da terzino destro dopo l’infortunio di Florenzi. Spalletti ha poi trasformato la difesa a quattro in una difesa a tre, spostando Peres nella linea dei centrocampisti. Una scelta sicuramente ponderata anche in virtù delle caratteristiche tecniche del brasiliano, molto più portato alla fase offensiva rispetto a quella difensiva.

3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
McKenzie
McKenzie
3 anni fa

E comunque… se valesse davvero la regola dell’ex che fa gol alla sua vecchia squadra… stavolta li massacriamo!!! 🙂

Athos
Athos
3 anni fa
Reply to  McKenzie

5-1 per noi 🙂

McKenzie
McKenzie
3 anni fa

Beh, si sa, il calcio che conta attira… Speriamo sia una buona partita e facciamoci onore