Anche la Sindaca Appendino si è recata a Superga per posare una corona di fiori sulla lapide del Grande Torino: “È una squadra che ha dato tanto alla nostra città”

C’era anche la Sindaca Chiara Appendino, quest’oggi, 4 maggio 2018, per la commemorazione del Grande Torino e della tragedia di Superga. La prima cittadina della città di Torino ha voluto posare personalmente una corona di fiori presso la lapide, e ha rilasciato qualche dichiarazione ai giornalisti presenti. “Il Grande Torino” ha dichiarato la Sindaca, “è parte integrante della storia, ma è una parte importante anche del futuro. Credo che una giornata come questa, che raccoglie tifosi e non tifosi, sia un momento importante per tutta la città. Per questo ho voluto portare dei fiori e onorare una suqadra che ha dato tanto alla nsotra storia e alla nostra città“.

Torino, la Sindaca Appendino: “Mole granata? Atto doveroso e giusto”

La Sindaca Chiara Appendino, poi, ha parlato anche della Mole illuminata di granata. “Si tratta di un gesto doveroso e giusto” ha dichiarato la sindaca di Torino. “Quella degli Invincibili è una squadra di cui la città è orgogliosa: non bisogna dimenticare la storia, ma ricordiamoci che è anche il futuro di Torino” ha concluso, dopo aver posato la corona di fiori. Come già era accaduto alla camera ardente di Sauro Tomà.


15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Mauri80
Mauri80
3 anni fa

Ma che brava la sindaca. La ammiro. Devi avere una faccia di tolla incredibile per dire queste cose mentre da circa un anno non hai ancora nominato un consigliere in fondazione, bloccando qualsiasi avanzamento dei lavori del secondo lotto del Fila. Si vede che ci tiene veramente. Quasi come il… Leggi il resto »

Mauri80
Mauri80
3 anni fa
Reply to  Mauri80

Vorrei capire le motivazioni di chi ha spolliciato. Quello che ho scritto sono fatti oggettivi, in forma ironica. Me e’ semplicemente la realta’.

Hic Sunt Leones 61
Hic Sunt Leones 61
3 anni fa

Guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere da loro ammirati, altrimenti non avrete ricompensa presso il Padre vostro che è nei cieli.
Gesu di Nazareth

Hic Sunt Leones 61
Hic Sunt Leones 61
3 anni fa

Gesù entrò poi nel tempio e scacciò tutti quelli che vi trovò a comprare e a vendere; rovesciò i tavoli dei mercanti……

Belotti: “Una squadra troppo meravigliosa per invecchiare”

Superga 4 maggio 2018, il ricordo del Grande Torino: “Stelle sul nostro cammino”