Con 33 off-side i granata sono la squadra che ne ha collezionati di più. Tra difetti di concentrazione e scelte di tempo imprecise

Un dato che fa riflettere. Il Torino, infatti, non è solo la squadra che corre meno in Serie A, con 103.333 chilometri percorsi, ma anche quella che si è fatta trovare maggiormente in fuorigioco. Ben 33 le posizioni di off-side fischiate ai giocatori granata in queste prime undici giornate di campionato. Una in più del Milan, a 32, e due in più rispetto al Chievo. Chiudono la speciale classifica Udinese e Napoli, entrambe ferme a 14. Statistica che va, ovviamente, calata nella specificità del caso. A pesare, in tal senso, è la piccola parentesi da titolare di Sadiq. Nelle tre gare in cui è stato impiegato il centravanti di proprietà della Roma è stato spesso trovato in posizione irregolare (addirittura in tre occasioni contro i giallorossi). Difetti di concentrazione e tempi di gioco ancora da oliare alla perfezione per il classe ’97.

Ma non c’è solo Sadiq sul banco degli imputati. Molti giocatori granata, infatti, sono incappati nella trappola del fuorigioco: vuoi per qualche difetto di velocità nella manovra, vuoi per meccanismi offensivi ancora troppo macchinosi, vuoi per semplici disattenzioni. C’è di positivo che, nelle ultime uscite, il dato sta migliorando, ponendosi al di sotto della media tenuta nel corso del campionato. Nessuna bandierina alzata contro la Fiorentina, due soltanto nella sfida contro il Cagliari in cui, peraltro, gli avanti granata sono stati spesso in grado di eludere la linea difensiva avversaria, come nel caso del pregevole tocco sotto con cui Ljajic ha servito Ansaldi in occasione del pareggio. Una statistica che se calata nei fatti, dunque, può portare a delle riflessioni utili. Il ritorno in carreggiata, d’altronde, non può che dipendere anche da questi dettagli.


20 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Marchese del Grillo
Marchese del Grillo (@marchese-del-grillo)
4 anni fa

3L! Siamo lenti, lunghi e leziosi. La manovra di attacco si sviluppa con impressionante macchinosità con una serie infinita di tocchi e scarichi che si concludono spesso con dei cross al centro e conseguenti palle perse. Ciò porta anche la squadra a salire tanto per far parte delle macchinose operazioni… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79 (@ale_maroon79)
4 anni fa

Il dato dei fuorigioco fa il pari con quello della poca propensione a correre. Squadra che corre poco = squadra lunga = fuori gioco e contropiedi presi a manetta (e gol).
…E Aristotele mi fa una pippa quanto a sillogismi.

tyler durden 911
tyler durden 911 (@tyler-durden-911)
4 anni fa

La società rispecchia l’allenatore,nullo uno,nullo l’altro

Toro, tridente ok: ma ora è vietato sbagliare

Ljajic: Torino e Serbia non possono fare a meno di lui