Dopo il recente addio del capitano granata, è tempo di trovare il degno sostituto

Dopo il recente addio del capitano granata, è tempo di trovare il degno sostituto. Tra le varie alternative e le voci di mercato, i bookmakers sembrano avere le idee piuttosto chiare. Dopo 7 anni la storia d’amore tra Belotti e il Torino è giunta al termine. E’ naturale per società e tifosi domandarsi a questo punto chi sarà il nuovo attaccante che proverà a rimpiazzare il Gallo e a sopperire (almeno in parte) ai gol segnati ogni stagione dall’ormai ex capitano granata. Arrivato nel 2015 dal Palermo, Belotti ha incantato subito i tifosi con la sua grinta e la sua dedizione, nonché con la sua qualità in campo. Le sue doti fisiche e la sua freddezza sotto porta hanno regalato al Torino ben 113 gol in 251 presenze dell’attaccante.

Numeri molto importanti se pensiamo che, eccetto l’ultima stagione, comunque inficiata da un lungo infortunio, l’attaccante è sempre andato ampiamente in doppia cifra, con il culmine di 26 reti nella stagione 16/17. Ne deriva che il Torino, senza il proprio bomber, rischi di perdere buona percentuale dei gol stagionali.

E’ lecito quindi domandarsi: chi potrà sostituire il Gallo e portare gol in casa granata? Le opzioni sembrano essere diverse e tante incognite sembrano ancora aleggiare riguardo a chi vestirà la nuova maglia da attaccante nel Torino. Secondo la maggior parte delle voci di mercato e sulla base delle quote dei principali siti scommesse, il candidato favorito sembra essere Joao Pedro, il cui trasferimento è quotato addirittura 1.85 da Sisal.

L’attaccante italo-brasiliano è da settimane accostato a Torino e Salernitana, oltre che ad alcuni club esteri. Ora però che il giocatore del Cagliari sembra aver definitivamente declinato la squadra campana come possibile meta, il Torino sembra essere sempre più vicino. Sarebbe dunque Joao Pedro l’attaccante visto come possibile erede del Gallo, che dovrebbe prendersi sulle spalle il reparto offensivo della squadra granata oltre che, con buona probabilità, i rigori concessi.

Joao Pedro non è però l’unica alternativa che è stata sondata per sostituire Belotti al centro dell’attacco del Torino. Alcuni contatti nelle settimane scorse sono stati avviati per valutare l’opzione Andrea Petagna del Napoli, per il quale il dt Vagnati aveva già mostrato interesse e che già aveva portato alla Spal dall’Atalanta.

Un altro profilo è poi quello di Musa Barrow, giovane attaccante del Bologna per il quale però la cifra richiesta (15 milioni) sarebbe ancora troppo alta rispetto all’investimento che si vuole fare.

Nell’attesa dunque di vedere chi sarà il profilo scelto dalla dirigenza e dalla squadra di Cairo per completare l’attacco, il Torino riparte comunque da Sanabria e soprattutto da Pellegri, ufficialmente riscattato pochi giorni fa. Proprio quest’ultimo sarà chiamato in causa quest’anno per dimostrare ai granata di aver fatto bene a comprarlo a titolo definitivo e per fare finalmente il salto di qualità.


Occhi puntati su Bremer: i big mostrano interesse

Serie A: il pronostico di Monza-Torino