"Nel ritiro di Lecce clima cordiale": la precisazione del Toro Club Salento granata - Toro.it

“Nel ritiro di Lecce clima cordiale”: la precisazione del Toro Club Salento granata

di Redazione - 4 Febbraio 2020

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Toro Club Salento granata che chiarisce quanto accaduto durante il ritiro di Lecce prendendo anche una posizione dopo gli ultimi risultati

Il Toro Club “Salento Granata” intende fare chiarezza relativamente a quanto accaduto negli ultimi giorni ed in particolar modo nel corso del soggiorno in Puglia del Torino FC al quale il nostro sodalizio è affiliato dal 2016.  La settimana scorsa, approfittando dell’imminente sfida allo stadio Via del Mare di Lecce, il club ha chiesto ed ottenuto di poter incontrare con una propria delegazione nel massimo riserbo squadra e dirigenti del Torino FC per un momento di condivisione ed incoraggiamento oltre che per dovere di ospitalità e per omaggiare la Società ed i giocatori così come si conviene in occasioni del genere. 

Va da sé che il gesto non era dettato dai recenti risultati sportivi ma dal legame viscerale – persino rafforzato dalla distanza – con i colori granata e dal fatto che per la prima volta dalla costituzione del club salentino il Torino “scendeva” nella nostra terra. L’incontro concordato è avvenuto e la delegazione del club (composta anche da alcuni bambini) è stata ricevuta dai dirigenti ed accompagnatori della Società prima e dai calciatori poi in un clima sereno e cordiale con soddisfazione dei bambini che hanno potuto scattare foto e ricevere gli autografi dei loro beniamini, in particolar modo di Capitan Belotti che – insieme all’encomiabile Emiliano Moretti – è stato il più presente e disponibile.  

Tutto ciò stride con quanto riportato da alcune testate secondo le quali un bambino del nostro gruppo sarebbe stato snobbato da giocatori granata (così come si vede in un video divenuto ormai virale in rete) e con la rappresentazione fatta attraverso alcune foto che ritraggono tifosi che si intrattengono con squadra e dirigenti (tra cui il Presidente Urbano Cairo che al momento della nostra visita non era presente) pubblicate e spacciate per nostre: in realtà né il bambino né quelle foto sono riconducibili a noi. 

Fatta chiarezza per ciò che concerne le non corrette informazioni, il Toro Club “Salento Granata”, che per mezzo dei suoi soci e simpatizzanti ha tifato per tutta la partita insieme agli altri tifosi granata presenti nel settore ospiti del Via del Mare esponendo anche un proprio striscione, si sente oltremodo oltraggiato dalla prestazione mortificante offerta domenica pomeriggio dai calciatori del Torino FC in quello che per noi rappresenta un incontro molto particolare contro una squadra alla quale abbiamo regalato sia la prima vittoria stagionale che quella tra le mura amiche in questo campionato.  

Avremmo voluto ritenere la disfatta contro l’Atalanta un terribile incidente di percorso ma abbiamo dovuto constatare amaramente attraverso questa indelebile onta che il male è molto più profondo e di non facile risoluzione. Pertanto, ritenendo doveroso seppur tardivo il cambio di una guida tecnica che ha legato il proprio nome a tali scioccanti risultati senza peraltro sentire l’esigenza di rassegnare le inevitabili dimissioni e non più procrastinabile un cambio di passo generale onde evitare umiliazioni quali quelle delle ultime gare, ci riserviamo di prendere decisioni drastiche se tale stato dovesse perdurare. 

Toro Club Salento Granata

0 0 vote
Article Rating

2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
5 mesi fa

Intanto…complimenti a chi mette in giro certe CAXATE solo x screditare i nostri,a me sembrava eccessivo ma data la tensione che aleggiava….meglio così non sarebbe stato bello.

Ultrà
Ultrà
5 mesi fa

ma i dieci incidenti di percorso precedenti? e il pareggio a Verona…come lo chiamiamo? è ovvvio che se il Tc si è presentato per fare selfie e autografi…per dovere di ospitalità…il clima non può che essere cordiale…se andavano per fischiarli…si sarebbero offesi…e risentiti…avrebbero chiamato il reparto antisommossa…