Il Papu Gomez, ora al Siviglia, ha accusato il suo ex allenatore all’Atalanta, Gasperini: “Mi hanno buttato via”

Non è sereno il clima in casa Atalanta, perché dopo mesi di silenzio il Papu Gomez ha svelato il motivo del suo addio alla Dea, nel gennaio scorso. L’attaccante argentino ha lanciato una pesante accusa al suo ex allenatore, Gian Piero Gasperini, in un’intervista a La Nacion. Ecco le sue parole: “In una partita di Champions League contro una squadra danese, il Midtjylland, gli ho disobbedito in un’indicazione tattica. Mancavano dieci minuti alla fine del primo tempo e mi ha chiesto di giocare a destra, mentre io giocavo molto bene a sinistra. E ho detto di no. Immagina, dopo aver risposto che, nel bel mezzo della partita, oggi, con le telecamere, era chiaro che si arrabbiasse. Lì sapevo già che all’intervallo mi avrebbe fatto fuori, ed è stato così. Ma nello spogliatoio ha oltrepassato il limite, cercando di aggredirmi fisicamente”.

“Percassi non poteva accettare il comportamento di Gasperini”

Da lì in poi, si è consumata la rottura. Anche (e soprattutto) con la proprietà, la famiglia Percassi: “Ho detto al presidente che avevo bisogno delle scuse di Gasperini. E gli ho anche detto che avevo capito che il presidente non poteva accettare che l’allenatore avesse provato ad attaccare un giocatore. Il giorno dopo ci fu un’intera riunione della squadra. Sono andato avanti e ho chiesto scusa all’allenatore e ai miei compagni di squadra per quello che era successo. E non ho ricevuto scuse dal tecnico. Quindi, Come doveva essere inteso? Quello che avevo fatto era sbagliato e quello che aveva fatto era giusto? È lì che è iniziato tutto. Dopo qualche giorno ho detto al presidente che non volevo continuare a lavorare con Gasperini all’Atalanta. Il presidente mi ha detto che non mi avrebbe lasciato andare. È iniziato il tira e molla e alla fine ci ho rimesso io, finendo per allenarmi da solo con le riserve”.

Gomez prosegue: “Chi mi ha deluso di più è stata la proprietà. Dopo tanti anni, dopo il rapporto di fiducia che abbiamo avuto… i miei figli sono andati a scuola con i loro figli, abbiamo condiviso tante cose… Che mi abbiano buttato via come mi hanno buttato è stata la cosa che mi ha ferito di più. Poi si possono avere divergenze con il tecnico, e direi che è quasi normale, perché succede, certo che succede. Puoi scontrarti, come in ogni lavoro. Ma il trattamento che ho ricevuto dalla proprietà ha fatto molto male”.

Papu Gomez
Papu Gomez, Atalanta
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 18-08-2021


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
MondoToro
MondoToro
2 mesi fa

Questo spiega perché l’Atalanta vada in Champions.

Guevara2019
Guevara2019
2 mesi fa

Le versioni sono contrastanti, le strade si sono separate, direi che c’è una pietra tombale sul tutto.

Troposfera Granata
Troposfera Granata
2 mesi fa

Povero Papu che si sentiva bene a giocare a sx.
E se il portiere si fosse sentito bene a fare la punta e un centrocampista a fare il difensore?

Dazn arriva sul digitale terrestre grazie a Cairo: accordo da 3 milioni l’anno

Caso tamponi, Lotito rischia di perdere il posto in Consiglio federale