La corsa per l’Europa delle squadre di Serie A: tutti i motivi per crederci

di Redazione - 22 Marzo 2019

Tutti i motivi per credere nella rincorsa all’Europa: pronostici, precedenti, prestigio e bagarre

È tempo di nazionali, impegnate nelle qualificazioni agli europei del 2020, per cui il prossimo week end il campionato di Serie A resterà fermo. Le squadre impegnate nella corsa per l’Europa ne stanno approfittando per recuperare le energie in vista del rush finale sia in Italia che in Europa.
Con lo scudetto che è già stato virtualmente assegnato alla Juventus ed il secondo posto nelle mani del Napoli, sono tante le squadre che si stanno impegnando per la corsa all’Europa. Il prossimo turno di campionato, guardando il programma e quello che propongono i siti di pronostici Serie A, sarà molto importante per definire le posizioni di vertice.

Rincorsa Europa: la Champions League

La Champions League è la competizione a cui tutte le squadre ambiscono. Lo sa bene l’Inter che ha vinto il derby di Milano ed ha riconquistato il terzo posto proprio ai danni dei cugini rossoneri. Riuscire ad entrare nelle prime quattro squadre significherebbe aver accesso a diversi milioni di euro messi in palio dalla Uefa che potrebbero essere reinvestiti sul mercato.

La Lazio attraversa un momento positivo e resta in agguato: dopo la sosta i biancocelesti saranno attesi dall’Inter in un incrocio che potrebbe influire non poco sulle gerarchie a medio termine. I ragazzi di Inzaghi, poi, hanno ancora la gara con l’Udinese da recuperare. Da ritrovare la Roma, affidata a Ranieri dopo l’esonero di Eusebio Di Francesco.

Il prestigio per la rincorsa all’Europa

Partecipare alle coppe europee dona lustro e prestigio alle nostre squadre. Per questo motivo l’Atalanta non ha mollato l’idea dell’Europa League dopo il pareggio interno contro il fanalino di coda Chievo Verona. Gli orobici possono contare su un attacco esplosivo che vede protagonisti calciatori del livello di Jlicic, el Papu Gomez e Duvan Zapata.

La lotta all’Europa diventa sempre più interessante e spettacolare. Oltre a giallorossi, alla Lazio ed ai bergamaschi la corsa all’Europa vede in piena corsa Torino e Sampdoria. I lanciatissimi granata hanno frenato bruscamente cedendo all’Olimpico contro il Bologna, ma restano a -3 dal quinto posto. A 42 punti insegue la Sampdoria, che però per puntare al ritorno in Europa deve mostrare maggiore continuità. Il ko a Cagliari sembra invece tagliare fuori, almeno per il momento, la Fiorentina.

La rincorsa all’Europa: tutti precedenti

Da qui alla fine ci aspettano dieci finali che vedranno le squadre in corsa per l’Europa battersi tra loro. Un anno fa l’Atalanta centrò il settimo posto con 60 punti, tre in più della Fiorentina ottava. In questo momento, in attesa di sapere se il settimo posto sarà effettivamente utile per un posto in Europa League, il Toro non può permettersi di fare calcoli ma deve limitarsi a fare il maggior numero di punti possibili nelle ultime dieci partite. In ogni caso, per cercare di centrare un piazzamento europeo, sarà probabilmente fondamentale arrivare almeno a quota sessanta punti.

E questo traguardo, calendario alla mano, è tutt’altro che infattibile. In questo momento, a dieci giornate dal termine del campionato, il Toro ha 44 punti in classifica. Per arrivare a quota 60, dunque, ne mancherebbero 16. Ed ora, calendario alla mano, non appare infattibile totalizzarli. Parma, Cagliari, Genoa, Sassuolo, Empoli: già solo queste cinque gare alla portata potrebbero portare in dote quindici punti, senza tenere in considerazione gli scontri diretti contro la Fiorentina (trasferta) e con la Sampdoria in casa. 

X