Caso Floyd, il messaggio di Djidji contro il razzismo: "Siamo tutti uguali" - Toro.it

Caso Floyd, il messaggio di Djidji contro il razzismo: “Siamo tutti uguali”

di Andrea Piva - 1 Giugno 2020

Dopo l’omicidio di George Floyd, anche il mondo del calcio si sta mobilitando contro il razzismo: anche Djidji si è espresso con un post su Instagram

Una foto con cinque braccia di persone con un colore della pelle l’una differente dall’altra e un messaggio semplice ma forte: “Siamo tutti uguali”. E’ quanto postato su Instagram da Koffy Djidji. L’omicidio di George Floyd avvenuto a Minneapolis, ha riacceso i riflettori sul problema riguardante il razzismo. Negli Stati Uniti da giorni si susseguono cortei di protesta contro le discriminazioni razziali in tutte le città e, anche in Europa, si sono registrate manifestazioni di solidarietà verso George Floyd e gli afroamericani.

Il mondo del calcio contro il razzismo

Molti giocatori del Liverpool hanno condiviso sui loro profili sociali una foto mentre sono inginocchiati, riprendendo l’ormai celebre gesto di protesta partito dal giocatore di football americano Colin Kaepernick, Marcus Thuram a sua volta si è inginocchiato dopo il gol segnato domenica con il suo Borussia Moenchengladbach, Koffi Djidji ha invece ricordato un concetto semplice ma che non è ancora stato assimilato da tutti: “Siamo tutti uguali”.