Un’altra disavventura per Christian Obodo, ex granata, rapito di nuovo in Nigeria, come già accaduto nel 2012

Capita spesso che la storia si ripeta, anche per quanto riguarda episodi estremamente spiacevoli ed è questo il caso di Christian Obodo, ex giocatore di Torino, Fiorentina, Udinese, Perugia e Lecce. Il centrocampista nigeriano, che attualmente milita nel Apollōn Smyrnīs, club ateniese, è infatti stato nuovamente sequestrato, come già accaduto nel 2012. A Brila FM ha infatti raccontato l’episodio che lo ha visto protagonista ieri: “Davvero spiacevole restare rinchiuso per quattro ore nel bagagliaio della macchina e al caldo. I rapitori mi hanno persino raccontato di come hanno perso denaro per aver scommesso sul gol della Nigeria nel secondo tempo. Non mi hanno ferito né intimidito, però non riesco a capire perchè qualcuno voglia farmi affrontare questo genere di cose di nuovo.“.

Nel 2012 il rapimento di Obodo mentre andava in chiesa

Come detto in precedenza, non è la prima volta che a Obodo capita una disavventura simile. Già 8 anni fa era successa la stessa cosa, mentre si recava in chiesa a Warri, la sua città natale. I sequestratori chiesero un riscatto di 150 mila euro alla madre del giocatore, ai tempi al Lecce l’anno dopo la stagione in granata. Notato la sera precedente, Obodo è stato poi seguito avendo una targa speciale sulla macchina, che ha facilitato l’individuazione da parte dei rapitori. L’episodio si è ripetuto di recente, con il sequestro che è però durato solo 4 ore questa volta e gli è costato tutto ciò che aveva ed una somma di denaro prelevata al bancomat.

Christian Obodo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-11-2020


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ultrà
4 mesi fa

ma perchè è stato al toro? io non me lo ricordo…

Cairo Communication, come vanno i conti? I dati del terzo trimestre

“Storie di Matteo Marani – 1977, Torino di Piombo” da questa sera su Sky