Serie A, Enrico Castellacci sulla quarantena da ridurre a 7 giorni

Castellacci avverte: “Ridurre la quarantena da 14 a 7 giorni o sarà difficile recuperare”

di Veronica Guariso - 28 Maggio 2020

Le parole del professor Enrico Castellacci, presidente dei medici di calcio sulla ripresa e le temoistiche della quarantena in caso di nuovi contagi

Credo che, controllando la diminuzione della curva epidemiologica, si possa ridurre la quarantena da 14 a 7 giorni, controllando tutti i componenti con tamponi e test sierologici. Di questo passo si potrebbe dare una chance al campionato di concludersi. I 14 giorni sono tanti, difficilmente ci sarà la possibilità di recupero.“, queste le parole del professor Enrico Castellacci, presidente dell’Associazione medici di calcio a Punto Nuovo Sport Show su Radio Punto Nuovo, in riferimento alle tempistiche della quarantena in caso di nuovi contagi durante la ripresa. Il rischio è di compromettere il campionato e di doverlo nuovamente sospendere.

Casellacci: “Il sospetto positivo del Bologna ha messo paura”

Sul presunto positivo del Bologna: Il sospetto positivo del Bologna, ha messo paura. Nella malaugurata ipotesi che il collaboratore di Mihajlovic fosse risultato positivo, tutta la squadra sarebbe dovuta andare in quarantena fiduciaria, continuando però ad allenarsi. Questo è il rischio: che spunti un positivo nelle varie squadre. Quando ricomincerà il campionato, se dovesse accadere una cosa del genere, avrebbe un effetto devastante sul campionato. Il discorso dei 7 giorni lo sosteniamo da tempo. Il medico del Bologna è un rappresentante di Lega, quando la Federazione dice che i medici sociali ci sono, non vuol dire niente.“.

Il professore: “Facciamo riferimento anche alla Bundesliga”

Castellacci ha poi concluso: “Le tre leghe nominano tre consulenti scientifici che però non rappresentano i medici del calcio, è solo un modo per giustificare che Lamica è stata messa fuori. Se c’è volontà politica, devono cambiare la questione dei 14 giorni perché rende difficile la conclusione del campionato. Fermo restando che il problema nasce anche per Serie B e Serie C, da loro gran parte delle società non hanno le strutture per un ritiro fiduciario. Sono assolutamente d’accordo sulla bolla dei 7 giorni. Facciamo riferimento anche alla Bundesliga che è stata capo fila in questo settore“. 

Ndary Adopo and Wilfried Singo of Torino FC take part in an individual training session. Stadio Filadelfia reopened on 8 May for individual training sessions, group trainings should be allowed since 18 May.